8 commenti

IO MI RICORDO…

ElefanteSono un uomo di una certa età. Per alcuni sono giovanissimo, per altri è un miracolo che io sia ancora vivo, ma non è questo il punto. Oggi voglio parlare dei ricordi. Quelle immagini che la mente fotografa e ripropone ogni qualvolta ne viene sollecitata.
Se aprissi l’ipotetico armadio dei ricordi ne scaturirebbe una valanga di proporzioni inimmaginabili. Per questo li tengo chiusi, perchè non sempre sono memorie piacevoli. Socchiudo le palpebre e mi rivedo indietro nel tempo quando, in braccio a mio padre, percorrevo alcune vie  per tornare a casa dopo un bombardamento e lui mi appoggiava una mano sugli occhi per non farmi vedere lo scempio che la guerra stava provocando. Avevo circa tre anni… Ho ancora nelle orecchie i rumori angoscianti delle bombe durante un’incursione aerea e vedo per terra dei cadaveri che non potrò mai dimenticare. No! Non voglio più ricordi. Anche perchè è una triste realtà che riviviamo tutti i giorni in altre parti del mondo e nessuno fa niente per fermarla. Poi ci mettono la coscienza a posto con le "GIORNATE DELLA MEMORIA". Guardiamo i telegiornali, inorridiamo di fronte a centinaia di morti e quel che è peggio ci scandalizziamo di fronte alle barbare torture inflitte dai soldati americani agli iracheni, colpevoli di servire un dittatore che gli stessi americani avevano prima armato in combutta con gli inglesi. Nel frattempo aspettiamo che inizi un film o un reality  per finire bene la serata. Ma in quella parte del mondo la televisione è spenta e si continua a morire. E nessuno fa niente per fermare questa macchina impazzita che provoca centinaia di vittime ogni giorno. E penso ai bambini, ormai senza paura, ma con la certezza  consapevole di dover morire da un momento all’altro. A che servono i ricordi se li abbiamo cancellati? Ho negli occhi le immagini dei morti di mafia e di camorra che ogni anno commemoriamo, ma solo per salvarci l’anima. E penso a Falcone, Borsellino, Rocco Chinnici, Pio La Torre e tanti altri che i giovanissimi oggi scambiano con personaggi di fiction tv e non sanno che sono persone che hanno sacrificato la loro esistenza per un ideale di libertà e di onestà che in questo paese non trova più seguaci. Ma si sa che la memoria cancella solo quello che vuol cancellare… Altrimenti gli americani non avrebbero votato un altro Bush alla casa bianca senza prima mordersi le mani.
Lo statunitense è pacifico. Basta un barbecue in giardino e un tacchino ripieno sulla tavola per stare tranquillo e sereno. Bush no, lui vuole tutto, assetato come è di potere e di sangue e così manda a morire i suoi giovani soldati in Iraq, giustificando la sua azione con la guerra al terrorismo e poco importa se ora i servizi segreti americani dicono che l’armamento atomico di Saddam era tutta un’invenzione. E che dire di certi italiani che hanno dimenticato la dignità dell’uomo e in nome della chiesa si scagliano contro le coppie di fatto, contro i divorziati, contro gli omosessuali? E che dire di questa sinistra, che con forza ho voluto al governo, che dimentica i suoi programmi  elettorali e lascia che il vaticano decida per lei?  DITE QUALCOSA DI SINISTRA urlò qualche tempo addietro Nanni Moretti dal palco di un comizio, ma tuttora è rimasto inascoltato. Dimenticando di aver dato dei ladri ai governanti in carica, Berlusconi ora plaude ai  programmi della nascente coalizione di sinistra. Cerca alleati. E quel che è più grave li troverà. Non so dimenticare un Berlusconi alla guida del nostro paese quando eravamo diventati lo zimbello di tutta l’Europa; le corna fatte alle spalle del collega nella foto di gruppo; le pacche sulla spalla di Putin nelle ricorrenze ufficiali; la bandana del trapianto all’incontro con Blair; le offese al deputato tedesco al Parlamento europeo… Non so dimenticare la gente che diceva: "uno come lui che viene dal niente saprà come si governa un paese che è come una grande azienda. Lui è uno che s’è fatto da solo…" E infatti da solo si è fatto le leggi che più gli facevano comodo per non andare in galera visti i debiti miliardari che aveva accumulato. Io mi auguro che la gente dimentichi di essere serva e che abbia la voglia di continuare a  vivere libera da schiavitù e da imposizioni, ma nello stesso tempo mi auguro che la sinistra politica prenda una posizione più netta nei confronti della chiesa e ristabilisca la laicità dello Stato e un distacco assoluto da tutto il centrodestra. Non dimentichiamo Enzo Biagi e Michele Santoro vittime della censura di Berlusconi che ora ammette di avere calcato un pò troppo la mano. Che caro… Dire e smentire, era questo il suo stile.
Vi prego aiutatemi a dimenticare per non ricordare.
Annunci

8 commenti su “IO MI RICORDO…

  1. OK, non è un blog schierato. Ora qualcuno mi riconoscerà per un precedente intervento…
    Però, permettetemi, perché continuare a menarla con Berlusconi e Bush quando ora c’è un altro governo? Ci sono 2 righe dedicate alla sinistra e mezzo intervento al passato berlusconiano.
    Sembra che il popolo di sinistra (o democratico?) sia così deluso da quanto sta facendo il proprio governo che non ha il coraggio di denunciare le porcate così simili a quelle di Berlusconi, solo perché non è Berlusconi a farle.
    Pensate un po’ in grande, stiamo ancora a Nanni Moretti? E su…
    Ricordate che siamo nel Paese in cui i sondaggi davano per morto Berluska e quello quasi ha rischiato di rivincerle le elezioni (numeri di voti ricevuti alla mano le ha vinte).
    E in tanti hanno votato a sinistra solo per evitare lui. Che idea di politica è questa? Su quale consenso si regge una coalizione? Sull’odio politico (e spesso anche personale) o sui programmi per la gente? ma non quelli sbandierati in campagna elettorale, quelli da realizzare per il bene comune.
    E visto che andiamo avanti a luoghi comuni: in questo anno di governo ci siamo venduti le ultime grandi compagnie nazionali, i treni arrivano sempre in ritardo e sono aumentati i biglietti, a scioperare si continua a farlo, così come le guerre, i ministri scendono in piazza contro il proprio premier, le poltrone sono aumentate come i ministeri e i sottosegretari, le tasse anche sono aumentate, sia le locali che le nazionali, le buste paga sono più magre così come il potere di acquisto, la benzina è aumentata ancora, non si è vista riduzione del cuneo fiscale, né il taglio sulle accise, per non parlare della tassa di successione reintrodotta che da “redditi di molti milioni di euro” (confuse parole di Prodi in un faccia a faccia elettorale) è stata fermata alla soglia di un solo milione, ecc… ecc… ma son sempre luoghi comuni, no? 🙂
    Buon proseguimento a tutti.

  2. Ok, ho capito che se qualcuno posta a sinistra è subito pronto un commento del nostro simpatico amico anonimo. Era una cosa molto banale da prevedere… e infatti!
    Voglio essere breve.
    1)Questo è un blog che non aspira esclusivamente a dibattici di natura politica.
    2)Su questo blog possono sfogarsi persone di destra e/o sinistra
    3)Ricordo di aver letto che eri interessato a partecipare al blog. Se lo sei veramente dimmi a chi indirizzare l’invito che avrei voluto già spedirti… se invece preferisci “partecipare” in forma anonima e solo nei post che al tuo naso puzzano di sinistra… non mi interessa.

  3. Non capisco perché mi viene riservato questo atteggiamento “duro”.
    Eppure credo di fare degli interventi misurati, che pongono delle domande, che forse pungolano qualcuno ma non vado mai olte le righe.
    Nonostante ciò vengo letto come se offendessi pubblicamente qualcuno, oppure fossi l’autore di menzogne vergognose o assurde rivendicazioni.
    L’atteggiamento ostile con cui mi si invita a partecipare non lo defininirei proprio di “partecipata accoglienza”.
    In un blog così “democratico” è a me che non interessa di intervenire.
    E pensare che sono solo la prima voce fuori dal coro… suscita così tanto clamore e avversione qualcuno che la vede da un punto di vista diverso? Eppure dovreste essere i paladini di tutto ciò che è “diverso”, no? 🙂
    Riflettiamo tutti, è uno sfogo anche questo…
    ciao!

  4. A me personalmente me stai simpatico.
    Ma qua er “boss” nun so’ io… spero nun te caccino quindi, de più nun posso fa’! XD

  5. Beh… concordo con Zot… questo è un blog per sfogarsi, perché invece di commentare da anonimo non scrivi un bel post QUI come fanno tutti e ti sfoghi? è facile nascondersi dietro ad un anonimo… un po’ mi ricordi un ragazzo che commenta sul mio blog (e siamo politicamente agli opposti… io di sinistra lui di FI, ma mi sta simpatico lo stesso), quando invece lo faccio io, i miei commenti sul suo blog stranamente non li “pubblica” mai… non è che sei la stessa persona?
    :-)))

  6. Se c’e’ qualcuno che ha iniziato col piede sbagliato quello sei tu!!Sei tu che in forma anonima, ti sei permesso di “giudicare” questo blog al tuo primo commento… Io non mi sarei mai permesso di giudicare un blog che non conosco al primo post, tu invece… Allora mettiti nei panni di chi questo blog lo ha voluto, credi di esserti presentato nella maniera piu’ giusta? Cosa pensavi di ottenere “presentandoti” in maniera presuntuosa e saccente? Mi unisco a Curly14…Perche’, invece di farci perdere tempo (non ho creato questo blog per sterili conversazioni con gente anonima) non ti degni di mostrare la tua identita’? Certo che oramai e’ un po’ tardi…
    Perche’ non rischi come tutti quelli che hanno gia’ postato e posteranno su questo blog mostrando la tua identita’?
    Il tuo discorso reggerebbe se tu avessi scritto un post con idee non di sinistra e io mi fossi rifiutato di pubblicarlo…se fino ad adesso hanno scritto solo persone che tu pensi di poter etichettare come “di sinistra” per me non e’ un problema perche’ nelle parole delle persone, anche se parlano delle foche o delle coppie di fatto, non leggo il partito per cui votano ma la loro personalita’ e il loro carattere, cose ben piu’ complesse e profonde.
    Questa e’ l’intenzione di questo blog…e in questo senso presentarsi con un nome e’ importante,significa mostrarsi per quello che si e’ e credere in quello che si scrive…e chi se ne frega se e’ di sinistra o di destra!
    Sono stato chiaro?!
    E poi scusa ma come ti avrei dovuto invitare a partecipare? Pretendevi un invito in pompa magna? Ma se neanche ti presenti che pretendi? Per concludere… immagina questo blog come un tavolo intorno a cui sedersi per chiacchierare e bere qualcosa…ti siederesti mai ad un tavolo con persone che non conosci senza presentarti???
    Siamo nel mondo virtuale di internet ma le regole della buona educazione valgono lo stesso!

  7. Guarda che non mi nascondo mica.
    La volta scorsa ho chiesto un invito e nessuno mi ha risposto, Zot mi ha fatto la sua proposta con questo post.
    Ma onestamente sono sempre più scettico, vi sento aggressivi e ciò mi spaventa.
    Cmq, per farti star tranquilla, non sono la stessa persona che frequenta il tuo blog. Fidati, se riesci a farlo (non voto FI, ora dovrebbe andar meglio…)

    Un anonimo per forza.

    Anzi, vi do uno pseudonimo come fa Nico Toscani, così almeno non mi accuserete di nascondermi e vi accontenterete (come se il problema fosse davvero il mio nome e non ciò che scrivo).

    Caligola

  8. Ciao Caligola,
    se vuoi un invito registrati regolarmente su splinder e rifatti vivo usando il tuo account, allora Zot ti potrà aprire le porte di questo blog.
    Io non ti ho trovato fuori luogo, però succede spesso che gli anonimi siano visti come dei “disturbatori”, forse è quello che è successo anche a te.
    Per stemperare la tensione ho appena postato per la prima volta un mio intervento.
    Buona lettura, G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: