3 commenti

DOV’E’ LA VERITA’

La bocca della veritàUn fatto non è più un fatto nel momento in cui viene raccontato. Perché chi lo fa lo arricchisce con le sue valutazioni, i condizionamenti, le emozioni e la verità viene annacquata, si perde di vista. Hanno raccontato di orrori nell’ormai famoso asilo di Rignano, hanno dato come notizie certe ciò che erano illazioni. Perizie scientifiche forse smentite, testimonianze imbeccate, intercettazioni che rivelano tutt’altra cosa. La differenza tra il fatto e il riportato può voler dire la diffamazione di un innocente, la distruzione di una reputazione, a volte di una vita. Ho gridato "al mostro", sì, l’ho fatto sull’onda di un’emozione che non mi consentiva di vedere l’altra possibilità, sono stata anch’io condizionata, e adesso non lo so più. Pare che i mostri siano altri, i calunniatori, quelli che non capisco perchè, hanno orchestrato tutta questa macchinazione manovrando i figli, comprandone le bugie in cambio di ricompense in caramelle. Pare. Non è certo. Ma qual è la verità allora? Come cercarla? Come riuscire a capire in situazioni come questa? Forse non esiste?
No, una verità c’è: in ognuna delle due ipotesi quei bambini sono stati violentati. Può essere stato per mano di malati che ne hanno insozzato i corpi, li hanno feriti, colpiti, terrorizzati o invece per mano delle persone che dovevano essere i loro modelli e hanno insegnato loro l’arte della menzogna, li hanno avvelenati di malizia, distruggendo il loro mondo istintivo e puro, iniziandoli prematuramente e violentemente a quello di adulti perversi e malvagi. Non c’è delitto più terribile, violare un bambino, rubargli l’innocenza, in qualunque modo ciò venga perpetrato. Non c’è pena sufficientemente risarcitoria. Su due piedi gli applicherei la castrazione, la lobotomizzazione, li ucciderei… ma poi mi ricordo che sono un essere umano e per non diventare bestia come loro dovrò, una volta che sarà accertato il delitto e i colpevoli, accontentarmi di sentenze e punizioni "umane e civili".  Lo so, lo so, questa è "umanità", questa è "giustizia", ma scoppio di rabbia e in VERITA’, vorrei tanto fargliela pagare!
Annunci

3 commenti su “DOV’E’ LA VERITA’

  1. Parole sagge… non riesco ad aggiungere altro… ancora una volta le vittime sono i bambini. Ah… se potessero reagire davvero, forse la loro giustizia ci stupirebbe…

  2. Brvoooooooo!!!!
    Ottimo intervento!!!!
    Finiamola di condannare sulla base dei sospetti neanche in uno stato di polizia si fa così!!!!
    Ricordiamoci Azouz e la strage di Erba dove l’assassiono era il marocchino solo perchè pregiudicato e straniero. Che figuraccia!!! Magistrati e giornalisti qualcuno ha chiesto scusa nessuno si è dimesso!!!!!!!

    PS: bel blog…….

  3. I “mostri” sono tutti fuori, rilasciano interviste e minacciano vendette, sono incazzati neri… e adesso? Chi ha sbagliato? Chi chiederà scusa? Come si procederà?
    Misteri italioti…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: