6 commenti

FATTI PIÚ IN LÀ!

Fatti più in làSiamo andati al lago, giornata infrasettimanale (che parola stupenda!), proprio per evitare anche quel minimo affollamento da fine settimana e godersi quella tranquillità lacustre immersi nel verde della natura. A parte i soliti insettacci che ronzano e il prato completamente ricoperto di grilli e cavallettine, si stava veramente bene. In tutto c’erano cinque o sei gruppetti di persone ben distribuiti nell’ampia radura a disposizione. Anche noi troviamo il nostro spazio.
Il tempo di posizionare gli asciugamani sul prato e cominciare a rilassarsi un po’… arrivano madre e figlia che, senza esitazione alcuna, si fermano a un metro da noi! Penso, ora si guarderà un po’ intorno e deciderà che direzione puntare. Invece no, stende un telo e si mettono praticamente appiccicati a noi. Ma possibile che con tutto lo spazio e l’ombra a disposizione, tu decidi di metterti seduto a un metro preciso (forse anche meno) da noi?!
Abbiamo preferito spostarci noi per evitare di rovinarci la giornata con una discussione che sarebbe stata veramente assurda… Avrei voluto prendere a calci madre e figlia… e invece mi sfogo qui! Ma proprio non riesco a capire cosa spinge queste persone ad appiccicarsi a degli estranei! Che fastidio! Aiutatemi a capire!
Annunci

6 commenti su “FATTI PIÚ IN LÀ!

  1. AHAHAHA! E’ proprio vero! Succedono queste cose stranissime! Eppure ci sono studi sulle distanze che la gente pone tra sè e gli altri nei luoghi pubblici… forse queste persone non li hanno letti! immagino il fastidio!

    PS: scusate sono intervenuta anche in un altro post senza firmare. Volevo fare i complimenti per il blogg.

  2. Anch’io avevo letto qualcosa al riguardo… una sorta di sfera immaginaria attorno all’uomo, a delineare uno spazio “privato”. Ma questa signora, altro che sfera, appena si è posizionata a un metro da noi si è persino sfilata le mutande da sotto la gonna per poi mettersi un costume!
    Grazie per i complimenti e vieni pure a sfogarti quando vuoi.

  3. spiegare… semplice: mancano di educazione e se ne fregano dello spazio altrui…

  4. Ma se ne fregano anche del proprio… è questo che mi lascia perplesso!

  5. Era un po’ che non intervenivo… ma vedo che i “lavori” sono ripresi 🙂
    Sembra contagioso questo fenomeno di cui scrivi: l’altro giorno ero in spiaggia a godere questi ultimi giorni d’estate. C’era un gran mare, un bel sole, una spiaggia silenziosa, pulita e con tanto tanto spazio a disposizione. Eppure… eppure la famigliola che arrivava, inizialmente era lontana, lontanissima, sembrava cercasse il posto migliore, isolata e a misura per loro. E si avvicinavano sempre di più, 100 passi di là, 80 di qua… si avvicinavano sempre di più, pericolosamente… Roba da non credere! Hanno piazzato l’ombrellone dietro al mio asciugamano che a momenti mi pugnalavano con il paletto, come fossi un vampiro! Non sono riuscito a darmi spiegazioni… boh! Eravamo lì, tutti insieme appassionatamente circondati da almeno 500 metri quadrati di spazio deserto… mah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: