4 commenti

UN AMICO DA INNAFFIARE

Ricordati di innaffiareC’è l’amico fraterno, quasi un fratello, quello con cui hai condiviso tutto. C’è l’amico d’infanzia, quello che ogni tanto rivedi. C’è l’amico che incontri occasionalmente e manifesta tutto il suo finto affetto, ma tu lo sai e va bene così. C’è quello con cui senti un feeling, un’intesa… L’amicizia ha mille forme e variabili incredibili ma credibili. Non conta se ci si vede poco, se ci sente più o meno spesso, l’importante è che il rapporto sia onesto, sincero. Sono pronto ad accettare amicizie mancate, occasioni perdute, incontri sbagliati. Accetto anche il fatto che un’amicizia finisca, improvvisamente, repentinamente, ma con delle ragioni, ovviamente! Con un incontro, magari uno scontro, ma con una vitale partecipazione verso la fine! Invece, se c’è una cosa (una?) che mi fa veramente incazzare è quando le persone si perdono in un bicchiere d’acqua. Quando le persone pensano che l’amicizia non debba essere coltivata. Esiste e basta! Invece i rapporti d’amicizia sono come le piante. Ne esistono di diversi tipi e con diverse esigenze. Ci sono quelle che vogliono tanta acqua, quelle che ne vogliono un po’ meno, quelle che raramente! Ma ognuna di loro, in maniera e modi diversi deve essere curata… altrimenti, un bel giorno, muore. E non è che uno, poi, dopo, davanti alla pianta morta può implorare affinché la pianta rinasca! Non l’hai innaffiata, la pianta è morta. Ma come? Ma io… No! Semplice. Tragicamente reale. Provo una grande delusione, un enorme fastidio, quando vedo che le persone… galleggiano immobili, inermi. Poi un bel giorno, magari dopo un paio d’anni, si svegliano dallo stato comatoso e ti cercano, ti ricercano…
C’è nessuno? … C’è nessuno??  Pronto??! … … …
Annunci

4 commenti su “UN AMICO DA INNAFFIARE

  1. Grazie. Questo post è una lezione. Troppo spesso si danno per scontate cose e persone. Invece bisogna annaffiare spesso il giardino degli amici, anche se sembra abbastanza rigoglioso. Grazie ancora

  2. Grande!
    Sono un amico “tradito” da un amico…condivido al 100%!
    Un giorno riuscirò ad aprire un mio blog e questo sarà il primo che aggiungerò alla mia lista!
    S_a_r_o

  3. Qui a Firenze (ma non solo)il “galleggiamento” è molto diffuso e la pratica del perdersi in un bicchiere d’acqua potrebbe essere lo sport cittadino.
    Che pretendi, annaffiare costa fatica, troooooppa fatica!
    Bravi eh.

  4. succede troppo spesso purtroppo. Ci si perde, forse dopo ci si ritrova ma è semplicemente un riconoscersi per strada.
    Son rimasta amareggiata “riconoscendo” qualcuno che crede si possa fare a meno delle amicizie, che dice di non aver bisogno di innaffiare alcuna pianta.
    Io non credo riuscirò mai a respire senza questo ossigeno…
    per fortuna.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: