18 commenti

LIBERTÀ???!!!

RatzingerFra le tante, ho sentito dei giovani gridare “libertà” al Papa!
Il Papa non è libero di parlare?! Proprio lui?!
Proprio quell’omino che tutte le sante domeniche si può affacciare alla finestra e dire tutto quello che gli passa per la testa?! Quello che quando apre bocca ci sono televisioni di mezzo mondo che prendono appunti?!
Sarebbe proprio lui che non può parlare?!
Il Papa ha rinunciato a parlare (rinuncia è diverso da impedimento), perché si prospettava un’accoglienza non proprio calorosa. Bel coraggio! E’ facile pretendere di andare in giro a parlare solo a platee consenzienti! Troppo comodo!
Questi giovani imbecilli che si riempiono la bocca di parole come “libertà” dovrebbero pensare a tutte quelle libertà individuali, proprie di una persona, che nel corso dei secoli la Chiesa ha perseguito e combattuto, prima fra tutte la libertà di pensiero!
Il Papa non sarebbe un uomo libero di parlare?! Ma fatemi il piacere… Non bestemmiate!
Anzi, da oggi, non bestemmierò più rivolgendomi a nostro Signore o a nostra Signora, da oggi, sarà il Santo Padre il soggetto delle mie quotidiane imprecazioni!
Annunci

18 commenti su “LIBERTÀ???!!!

  1. Che ti devo dire? Incasso l’epiteto, sarò un’imbecille come i giovani che hai citato!

  2. è la versione più sintetica e forse più comprensibile di quello che ho commentato nel post di prima…

    Per Orcagna: nessuno ti bolla imbecille per parlare di libertà… ma il papa fa la vittima e questo non è giusto… come dice Zot, tutte le domeniche va in onda sulla Rai (non so se Rai 1 o 2) e parla alla NAZIONE intera… altri non hanno questa fortuna, e soprattutto, negli anni passati, altri sono stati censurati dalla televisione… cosa che scusami, trovo più grave di un papa che rinuncia a parlare all’università perchè ha paura dei fischi o meglio ancora del CONFRONTO! la Chiesa ha dogmi e questi non prendono in considerazione il confronto o le idee differenti per cercare magari di comprendere e cambiare idee… i Dogmi sono quello che sono e basta. Questa, scusami, non è LIBERTÀ!
    e secondo me, che credo in Dio, non è nemmeno religione!
    Oggi i comizi li ho fatti io 😉

  3. e scusate se continuo, ma questo è il mio ultimo commento…
    non credo sia passato molto tempo vero da quando il Dalai Lama non è stato ricevuto dal papa e NEMMENO dagli esponenti del governo (chissà perchè…)
    e poi si parla di libertà solo quando si attacca il papa?
    mah…

  4. Mannacc’… stesso argomento, tanti topic diversi… stavolta se fossero stati tutti commenti ce la giocavamo con Beppe Grillo! 😉

    Allora…

    1) Zot, l’articolo della Rossanda non sono riuscito a consultarlo. Il sito de Il Manifesto è fatto davvero male! Se mi passi il link mi semplifichi la vita.
    Però sul medesimo sito mi ha fatto piacere trovare già in home page questo:
    http://www.ilmanifesto.it//pagine/nati-l-11-settembre/
    Si tratta di un’autrice di Aphorism.it (Curly sa di cosa parlo…) a cui abbiamo dato una mano:
    http://www.aphorism.it/autori/showlibro.php?ID=88

    2) Orcagna non sentirti sola perché tra strumentalizzazioni varie, più o meno convincenti, mi trovo a essere più vicino alle tue posizioni.

    3) Ma questo “famigerata” citazione che ha fatto impuntare 67 docenti su 3.500 non è stata pronunciata dal Cardinal Ratzinger nel 1990, proprio alla Sapienza? Cosa è successo in questi 18 anni? Il maggior clamore è dovuto al cambio d’abito? Forse il purpureo cardinalato era meno “disgustoso” del candore papale? 🙂

    3) Nessuno ha risposto alla mia precedente, ingenua domanda: ma perché è stato invitato?

    Omaggi, G.

  5. già appunto..perchè è stato invitato? Questa domanda va fatta a colui che ha formulato l’invito, cioè il super rettore Guarini. E infatti la questione non riguarda la libertà di parola, chè il Papa proprio non si può dire non abbia questo diritto, anzi. Si contesta l’opportunità dell’invito rivolto al Papa a tenere questa lectio magistralis all’inaugurazione dell’anno accademico. Che non è una semplice lezione, una semplice “occasione” per stare tutti insieme allegramente. E’ il manifesto dell’anno accademico. Perchè far tenere una lezione, manifesto dell’attività dell’università al capo della Chiesa cattolica? Non ne vedo la pertinenza. Infine, cosa cambia?cosa cambia in 18 anni? tutto è cambiato. cambia che si parla delle coppie di fatto, del testamento biologico e ora anche del fatto se sia lecito o meno abortire. cambia che prima Ratzinger era un cardinale e ora è Papa. Cambia – seppur lentamente – la consapevolezza di cosa significhi la laicità. la laicità non è laicismo. ognuno può predicare ma a casa propria. se non si è a casa propria allora l’atteggiamento dovrebbe trasformarsi da predicazione a dialogo. e dove sta il dialogo in una lectio magistralis?

  6. Continuo a informarmi e a non capire completamente…

    In ogni modo la “lectio magistralis” che a priori è stata condannata, senza neanche ascoltarla, è stata fatta lo stesso. L’ha letta un docente, con una foto di Benedetto XVI proiettata su uno schermo.
    Allora mi chiedo: l’Università era presidiata, la lectio si è tenuta ugualmente, 3500 professori (non 67), un sindaco e un ministro presenti, oltre al Presidente della Repubblica e tanta gente comune, si sono detti disgustati da quanto successo.
    Non è che per caso si è peccato di anticlericalismo travestito da laicismo?
    Perché anche queste cose non vanno confuse…

    Omaggi laici ma tolleranti, G.

  7. Grazie, fa piacere essere almeno in due

  8. Il punto fondamentale, l’errore, è stato invitare il Papa per l’inaugurazione dell’anno accademico. Punto. Sono d’accordo anche io sul fatto che l’anticlericalismo travestito da laicismo sia un peccato. E definisco imbecilli anche quei giovani che all’università hanno improvvisamente sollevato un casino, cadendo quindi anche loro nel tranello! I fatti sono semplici, ma se tutti i mezzi di informazione mistificano la realtà, il casino, soprattutto in un paese come l’Italia, è inevitabile. Il Papa ha tutto il diritto di parlare alla Sapienza come in qualsiasi altra università, ma NON IL GIORNO DELL’INAUGURAZIONE DELL’ANNO ACCADEMICO! E chi l’ha invitato, ossia il “Magnifico” Rettore, sapeva benissimo cosa stava facendo. Quindi concludo dicendo che secondo me si tratta di una cosa organizzata, in cui l’errore è a monte e tutto quello che viene dopo è ottimo carburante per la macchina della strumentalizzazione; da una parte i buoni e dall’altra i cattivi! Riassumendo, il maggiore responsabile di questo classico copione italiano è il Magnifico Rettore. Il professore autore della prima lettera di dissenso si è comportato in maniera impeccabile sotto qualsiasi punto di vista. Il resto è noia. E il Papa è sicuramente un uomo libero di parlare! Cazzo Santo!

  9. concordo con zot. l’errore è a monte. con il magnifico zampino che ha mandato…come si dice…a vacca? -non vorrei essere volgare-…tutto quanto. tutto quello che è successo dall’invito in poi. compresa strumentalizzazione mediatica a tutto il resto a catena. sapete cosa vi dico? che è importante che sia sorta la questione, per far capire che, nonostante i cattivi maestri (su cui bisognerebbe mettersi d’accordo, ma dispero che si possa fare) gli studenti – e i ricercatori e i docenti – hanno posto sul tavolo l’emergenza di una delle questioni che i nostri cari politici hanno presente come un gatto grigio morto sull’asfalto delle strade della val padana con la nebbia, ossia la laicità. scusate la crudezza dell’immagine. una questione importante, specie in un paese come il nostro. una questione su cui bisogna discutere seriamente rispettando tutte le posizioni, senza tacciare gli uni di dogmatismo e gli altri di laicismo.è un discorso da cui tutti noi abbiamo solo qualcosa da imparare e niente da perdere.

  10. …o forse si dice “mandare in vacca”? va bè..il senso si capisce, no?

  11. sono stato il primo a parlare del Papa all’Università e quindi mi sento in dovere di intervenire in questa interminabile diatriba. Concordo in tutto e per tutto con ZOT e aggiungo che a mio parere è errato parlare di laicità o religione. Qui si tratta di ” ingerenza ” Inaugurasse una nova ennesima chiesa ma non l’anno accademico dell’Università.
    Ma ormai viviamo un Paese allo sfascio e chissà che un domani non torneremo ad essere governati dal Papa. Ha ragione Zot quando dice ” migrare ” Ma in un posto dove un ministro della repubblica, per di più della GIUSTIZIA ,con la moglie agli arresti domiciliari, lui stesso indagato insieme con altri suoi familiari e accoliti , si dimetta mortificato e non urlando la sua rabbia contro la Magistratura e che non dica , come ha detto il nostro, che degli arresti domiciliari della moglie lo aveva appreso dalla TV. MIGRARE!!!!

  12. Ma è chiaro… nel paese dei balocchi! 😉

  13. Perchè invece di migrare non tentare di cambiarlo in meglio questo cazzo di paese? E’ un’utopia?

  14. Purtroppo ho qualche anno più di te, ne sono sicuro, e ne ho viste di tutti i colori e ormai ho perso tutte le speranze. Confido nell’incazzatura dei giovani, ma anche nel sessantotto ci ciamo incazzati e poi…eccocci qua.

  15. Mafalduzza perché non ti unisci a noi? Così quando vuoi sfogarti e cantarle a qualcuno o per qualcosa, lo fai qui! 🙂

    Se dai l’ok il nostro deus ex machina (Zot) ti manderà l’invito, senza impegno 😉

    Devotamente saluto, G. (:-D)

  16. Caro devoto Gigi,
    ti ringrazio! mo’ ne parlo con Zot.
    a presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: