5 commenti

MISURA PER MISURA

Che palle!Mi cade l’occhio su alcuni titoli…
“Gravina: un’agonia più breve per Ciccio e Tore”
“Vanno al ribasso le stime dei medici legali”
“Ciccio sarebbe morto massimo tre ore dopo …”
E giù con le temperature, i minuti, le ore, i respiri, tra qualche giorno saranno in grado di raccontarci quante lacrime esattamente sono state versate, quanti decibel hanno inutilmente rimbalzato tra quelle sorde pareti e quanti rantoli, di che genere e intenzione…
Perché, con la stessa perizia, non venite a misurarci il diametro dei nostri coglioni?
Ci sarà un dottorino in grado di misurare quante volte le nostre orecchie sono costrette ad ascoltare questi dettagli morbosi? C’è uno scienziato, un qualcuno che possa aiutarmi a comprendere meglio quella specie di paralisi che mi prende quando per caso mi trovo in tv Rosa Bazzi che confessa il truculento macello che ha compiuto insieme al marito?
Annunci

5 commenti su “MISURA PER MISURA

  1. c’è un bel libro della Arendt che si intitola “La banalità del male”. spesso mi viene in mente quando questi giornalisti (se così vogliamo chiamarli) domandano alla gente assiepata fuori delle aule di tribunale perchè sono lì: “voglio vedere in faccia quello che ha ucciso quello e quell’altro”. che ci raccontassero poi che esperienza illuminante è stata questo “vedere in faccia”. conoscere tutti i particolari è qualitativamente diverso dal sapere. figuriamoci poi se si parla del “capire”.questo tipo di atteggiamento mi pare un po’ parte dell’illusione dell’uomo di poter dominare il mondo. un po’ come avviene con la tecnologia.

  2. …e non avevo ancora visto Vespa che illustra la scena dell’agonia con la bacchetta in mano!! Ma non si può fare proprio niente??!! E’ uno di quelli che avrei fatto arrestare da un pezzo!

  3. Purtoppo questi str°n#i di giornalisti insistono sui dettagli più morbosi e truculenti perchè c’è parecchia gente che è attratta da queste cose.
    Ci vorrebbe la “lobotomizzazione chimica”…
    Un saluto dal semprepiùnauseato Sir Jo.

  4. i giornali e le tv giubilano quando succedono certe cose… perchè sin dai tempi dei romani e dei gladiatori la massa del popolo era attirata dalle uccisioni… che tristezza… sapere che ci sarebbero anche tante altre notizie belle senza ogni giorni rianalizzare e ripetere le stesse cose… aggiungendo sempre più piccoli insignificanti dettagli a tragedie di questo tipo…

  5. mi raccomando,oltre allo show del costanzino,non perdere il vespone….
    voglio solo dire che ,per fortuna la tv si può gestire,spegnere e anche buttare nel cassonetto…
    io ho eliminato i tasti n°4,5 e 6…ma tra un po’ lascio solo il n°3…
    ; ) ciao..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: