5 commenti

ESSERE O NON ESSERE

Gian Maria VolontéSpesso sento dire: “Hai visto quanto è bravo quell’attore?” Oppure: “Non era male in quel film”. E ancora: “Fra tutti quanti, lui è stato sicuramente il più bravo!”. “Era proprio vero!”. Vorrei riflettere su certi giudizi che a mio avviso esprimono perfettamente un vuoto culturale e professionale. È chiaro che se la qualità media degli attori di oggi è bassa, basta poco ad esaltare un piccolo talento, basta poco a confondere un attore mediocre con uno bravissimo. Se il metro è falsato il giudizio non può che essere sfasato. Ecco che poi si fanno certi nomi (che non sto a fare qui) indicandoli come promesse del cinema, come persone che “ne hanno fatta di strada!”.  Vi suggerisco di vedere un paio di film: “La classe operaia va in paradiso” e “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”. A prescindere dal fatto che sono due film bellissimi e girati molto bene, è sconvolgente vedere come Gian Maria Volonté, più o meno nello stesso anno (siamo nel 1970) interpreta due personaggi così lontani fra loro, regalando a ciascuno di essi un’anima indiscutibile, credibile, perfetta! L’attore è. L’attore si fonde, si trasforma, si dà!
E non mi si venga a dire che non tutti possono essere dei geni. Certo, l’eccellenza è per pochi (fortunatamente) ma l’onestà con cui svolgere il proprio lavoro dovrebbe essere obbligatoria  per tutti. È questo che manca, l’onestà! Se per anni sei costretto a mangiare merda, appena ti offrono un cracker sei convinto che quello sia il pasto più buono del mondo… ma è evidente che non è così!
Buona visione!
Annunci

5 commenti su “ESSERE O NON ESSERE

  1. Hai perfettamente ragione, gli attori degli anni ’60/’70 erano un’altra cosa, anche perchè venivano quasi tutti dal teatro (e molti arrivarono in TV con gli sceneggiati).
    Ne approfitto per ricordarne qualcuno:
    Alberto Lupo
    Nando Gazzolo
    Umberto Orsini
    Gino Cervi
    Ugo Pagliaia
    Luigi Vannucchi
    Riccardo Garrone
    Giancarlo Giannini
    e poi le giovani leve di quel periodo: Lino Capolicchio, Andrea Giordana, Flavio Bucci….
    e le donne:
    Lia Tanzi
    Paola Pitagora
    Lea Massari
    Elsa Merlini
    …. e tantissimi altri.
    Oggi sono molto pochi gli attori che mi piacciono veramente, ne cito un paio:
    Sergio Castellitto
    Gigi Proietti (ma lui è un fuoriconcorso)
    Fabrizio Bentivoglio
    Massimo Ghini
    ma anche Luigi Lo Cascio non mi dispiace….
    vabbè, ne ho elencati solo un paio, però ce ne sono anche altri.

  2. Aggiungo alcuni attori che ho avuto l’onore di conoscere personalmente per averci lavorato LILLA BRIGNONE, GIANNI AGUS , ENRICO MARIA SALERNO , GIANCARLO SBRAGIA, AROLDO TIERI , DINA SASSOLI E TANTI ALTRI. Un suggerimento perchè non creare una finestra con GLI ATTORI DA NON DIMENTICARE ?
    .

  3. Proposta accettata! Aprirò una finestra sugli attori indimenticabili. Grazie per la partecipazione. A presto.

  4. Volontè era “l’attore” per eccellenza, per il semplice fatto che aveva interiorizzata la capacità del vero e proprio trasformismo, tanto da diventare irriconoscibile da un film all’altro. Se posso permettermi, fra i film consigliati, io aggiungerei anche “Il caso Mattei” di Rosi e “Sacco e Vanzetti” di Montaldo.
    Comunque, complimenti per il blog, sono un po’ di giorni che lo “sfoglio”.
    Chiara

  5. Troppi ce ne sarebbero da aggiungere, ma tra quelli sicuramente ci sono i titoli da te citati… “Era l’attore” Parole sante!
    Grazie, continua a sfogliare! 😉
    A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: