6 commenti

MENTECATTI IN CATTEDRA

Massimiliano FuksasA chi giova un atteggiamento arrogante e saccente come quello adottato dall’architetto Massimiliano Fuksas nell’ultima puntata di “Anno Zero”? Ha cominciato zittendo in maniera esageratamente aggressiva il giornalista mediaset che gli sedeva accanto, colpevole di averlo interrotto! Il giornalista in questione non mi è per niente simpatico, è pagato da Berlusconi e si comporta di conseguenza, ma aggredirlo in quel modo gratuito non fa che portare acqua al mulino del cavaliere!
Ad Antonio Di Pietro, che giustamente diceva che in Italia vanno rispettate anche le persone ignoranti, quei contadini che sanno come coltivare un ettaro di terra, l’architetto indirizzava questa frase: “E allora vai a coltivare un ettaro di terra!”. Ha proseguito chiedendo se qualcuno conosceva l’importanza di Euclide e non contento ha puntato il dito contro la citazione che Berlusconi ha fatto durante il suo ultimo comizio a Roma: “Io preferirei essere il primo tra costoro che il secondo a Roma” (Giulio Cesare). Il “professore” architetto dice che la frase è di Cicerone e non di Cesare, aggiungendo poi: “Dovete studiare ragazzi!”. La sera successiva, egli viene smascherato da “Striscia la notizia” (In Italia si viene sputtanati dal Gabibbo e non dai giornalisti!), che conferma con tanto di prove che aveva ragione Berlusconi. Non contento, il povero Fuksas, definisce mentecatti Fini e Bossi.
Ecco. Continuiamo così. È proprio questo atteggiamento tipico dell’intellettuale (?!) di sinistra che allontana la gente! Continuate a dare dell’ignorante alle persone che poi vanno a votare. Saranno pure ignoranti, ma non sono scemi! Complimenti a Fuksas, bella figura di merda! Quando si decide di salire in cattedra, bisognerebbe accertarsi che questa poggi bene per terra!
Annunci

6 commenti su “MENTECATTI IN CATTEDRA

  1. Condivido in pieno il tuo post!
    La sinistra si dimostra sempre più lontana dalla realtà del paese, facendosi forte della sterile convinzione di essere portatrice di CULTURA!
    L’altra convinzione che ha portato allo sfacelo è che chi vota a sinistra lo farà per sempre, in nome dell’ideologia.
    Nel presente del nostro paese manca proprio la condivisione dei valori, mentre la sinistra si perde in effimere discussioni su simboli e identità ideologiche i cittadini danno il loro voto a chi si fa capire meglio! Sicuramente Berlusconi ci riesce dopo anni di lavaggio del cervello di massa, attraverso la televisione dove ormai regna l’omologazione, la totale assenza di cultura, la stupidità. L’idea semplificatoria che chi vota Berlusconi è ignorante, non porta da nessuna parte, non guarda in faccia la complicata realtà del paese. L’ignoranza sta da tutte le parti, non è abbinata ad un solo schieramento politico! E l’ignoranza non è per forza accompagnata dalla mancanza di intelligenza! E per di più anche chi ha studiato può comportarsi come un ignorante, Fuksas ne è la dimostrazione! Tutto questo lo scrivo con grande tristezza e rassegnazione perchè sento di non riconoscermi più in quello che mi circonda.

  2. ho intravisto Fuksas e anche a me ha dato fastidio l’atteggiamento. più che altro l’intelligenza non si misura con le nozioni che uno ha. a me, sinceramente, non sembra così rilevante che Berlusconi sappia distinguere tra una massima di Cesare o una di Cicerone. Mi pare assai più rilevante, e indicativo del suo quoziente intellettivo, che faccia il gesto del mitra ad una giornalista russa che ad una conferenza stampa rivolge una domanda indiscreta a Putin. un gesto che in quel momento non sarebbe venuto in mente di fare neppure ad un Crozza satirico, con la fine che fanno i giornalisti russi non allineati, al giorno d’oggi.

  3. Sono d’accordo con te Mafalduzza, e anche con Giraffamatta, il guaio è che oggi giornalisti degni di questo nome, non se ne vedono… Sono pochissimi quelli che hanno il coraggio di fare onestamente e fino in fondo il loro lavoro! Chi dice la verità viene etichettato come provocatore, rompiballe… Non so voi, ma penso sempre più seriamente di andarmene da questo paese. L’idea di mettere al mondo dei figli in Italia mi terrorizza!

  4. volevo consigliarvi di leggere 2 articoli molto interessanti su La Repubblica di oggi.Sono scritti molto bene (cosa rara oramai sui quotidiani italiani) e interpretano appieno la realtà, almeno secondo me!Si tratta di IL PAESE DELL’OBLIO di Aldo Schiavone (prima pagina) e QUANDO VINCE LA TELEPOLITICA di Giovanni Valentini (pag. 35). Buona lettura e riflessione a tutti!

  5. Più ignorante di lui… anche se sa quanta importanza abbia Euclide…

  6. mettendo da parte fuksas, a me sembra che la tv si stia riempiendo esageratamente di persone che dicono la loro su qualsiasi cosa… bla bla bla… stiamo diventando la patria degli opinionisti e dei tuttologi, dei politologi, di quelli che vogliono arricchirsi basando il loro lavoro (?) sul NULLA..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: