9 commenti

SATURNO CONTRO OZPETEK

SnobTutto è avvenuto in pochissimo tempo. Dieci minuti. Massimo quindici. I sintomi sono quelli di un attacco allergico: mi si chiude la gola, respiro affannoso, bruciori di stomaco, inizio a rosicchiarmi nervosamente le unghie, raffica di starnuti. Eppure non abbiamo mangiato nulla di strano, il salotto non è stato improvvisamente invaso da una nube di polline e polvere, non abbiamo avuto incontri ravvicinati con insetti esotici. Avevamo solo deciso di vedere Saturno contro di Ferzan Ozpetek! Lo so, scatenerò le ire dei suoi tanti fans, ma io non sopporto i suoi film, l’atmosfera falsa che pervade ogni scena. E giuro che non mi è mai capitato di lasciare a metà un dvd o uscire dal cinema prima della fine. Con Ozpetek si tratta di un fastidio fisico, di una vera e propria reazione allergica! Già i film precedenti non mi avevano entusiasmato. I protagonisti di questo sono, sin dalla prima inquadratura, soltanto dei personaggi, senza sfumature, e mai delle persone. Tutti sono rinchiusi in stereotipi che neanche il peggior qualunquista potrebbe immaginare!
C’è la coppia gay, la quarantenne frustrata, l’amica mignotta e drogata, il bisex che tutti si vogliono fare, il maritino con l’amante. Dov’è l’anticonformismo? Dov’è la diversità del suo sguardo, per cui viene osannato come grande regista della nuova generazione italiana?
Se tutto si limita al fatto di aver raccontato storie di omosessuali, allora è sintomatico della situazione culturale primitiva in cui si trova il nostro paese. Questo cinema è, secondo me, estremamente rassicurante, medio borghese, nel senso più negativo del termine. I personaggi sono marionette che si muovono in un teatrino dove anche se sembrano attraversare crisi esistenziali non mettono in dubbio lo stato delle cose. Tutto è prevedibile, facile, lo spettatore non è obbligato a porsi domande, deve solo guardare. I dialoghi sono fastidiosi come le chiacchiere di un salotto radical-chic.
Per il dolore si piange, per il resto si sorride. E basta, cosa c’è sotto non interessa.
Valga come esempio il dialogo tra Accorsi e Favino.
Il primo scoppia a piangere e l’altro gli chiede se ha dei problemi al lavoro. Accorsi dice di si, e l’altro cosa gli risponde?… "E allora cambialo".
Non ho voglia di stare a guardare. I miei occhi hanno voglia di riflettere.
Cerco il telecomando e premo il tasto STOP.
Annunci

9 commenti su “SATURNO CONTRO OZPETEK

  1. Oddio, a me è piaciuto. Pure se sono d’accordo con te. O_o

  2. io invece li adoro… 😀 ma non siamo tutti uguali! 😀

  3. penso di capire il tuo fastidio fisico. non mi entusiasmano i film di ozpetek. di solito li vado a vedere però perchè ne sento parlare bene e allora vado a verificare, più che altro. ma non mi intendo molto di cinema. in ogni caso la tua analisi mi pare condivisibile. niente di nuovo nè entusiasmante sotto il sole e infatti io sto film non me lo ricordo neppure bene. mi ricordo che l’unico momento in cui mi pareva che favino soffrisse veramente era quando si voleva gettare giù da un precipizio. fose ho sperato che si buttasse giù davvero e così finiva u’ film. :-)) buona domenica. baci

  4. Profondamente, profondamente d’accordo con te.
    Non me ne vogliano i fan ma è di una banalità, una superficialità e una noia mortale.

  5. Sono completamente d’accordo..
    Le scene (banalissime) sembrano ripetersi quasi uguali all’infinito… La conclusione (tragica in tutti i sensi) è come un punto a metà di una frase. Non ha senso. Ma forse è proprio il film che non ha senso… 😉

  6. E pensare che mi aspettavo orde di fans scatenati e invece…siete tutti d’accordo con me, almeno finora!
    Ma allora al cinema chi ci va a vedere i suoi film?
    Boh… che mistero ‘sto paese!

  7. Non contate me, perché non ho mai visto i suoi film! 🙂
    I trailer e le critiche mi sono bastate, poi ho aggiunto i pareri di chi me ne ha parlato bene e chi male e, molto semplicemente, ho scelto di andare a vedere altri film 🙂
    La volta che ne beccai uno in TV, ricordo che lo sorbii per una mezz’ora… non di più!
    G.

  8. ….a me il film è piaciuto, penso che rispetto alla tanta munnezza che fanno al cinema, SATURNO CONTRO, sia stato un bel film…e poi adoro la colonna sonora….
    ciao a tutti!!!

  9. ‘La Finestra di fronte’ è molto bello…Sai che c’è è molto bravo a creare atmosfere suggestive. Ma anche a me i dialoghi di ‘Saturno Contro’, mi hanno lasciata un pò perplessa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: