12 commenti

LE CORNA DELLA LUMACA

La lumacaEntro a casa ed è subito dolore. Non sono forte, quindi su la maschera! Un espressione seriosa, quasi torva, mi aiuta a gestire la sofferenza. La scusa di qualche telefonata per ripararsi in cucina. L’atmosfera è pesante oggi. Non ci riesco. Neanche Obama mi aiuta. Intervengo bruscamente come si fa con un bambino capriccioso quando non la pianta di lagnarsi, ma il silenzio ottenuto è più pesante delle grida soffocate. Dovrei imparare a respirare in queste acque…
Ma mi ostino a tuffarmi in apnea e non basta. Mi sento spaesato, disorientato, un bacio e fuggo via. Me ne vado velocemente, ma è un illusione, oggi mi sento lumaca. Sono lento, la casa da cui fuggo ce l’ho sempre sulle spalle e se qualcuno si avvicina, mi ritiro in un istante.
Annunci

12 commenti su “LE CORNA DELLA LUMACA

  1. Mmmmm… crisi interiore furente???

  2. Tantissime farfalle tutte colorate per te dall’alto della mia mongolfiera

    Cordialmente Greeneyes

  3. ….stai messo malino!!!….speriamo almeno che non te spuntano pure le corna….

  4. Caro Zot,

    io so.
    Quando vorrai, usciamo da questo mondo schermato, ne accendiamo una e ne parliamo. Adesso permettimi solo di dire: hai tutto il diritto di “ritirarti”. Hai tutto il diritto, perché non dirlo, di fuggire! E’ una fuga di ricarica quella, non una resa o un’ offesa.
    E’ la fuga che ti ha permesso e ti permetterà di tornare, magari ancora con “un’espressione seriosa, quasi torva”.
    Siamo sempre così dannatamente bravi a sentirci in colpa, non trovi?
    Dimentichiamo (e ci rassegniamo a non ricordare agli altri) quanto siamo importanti per ciò che abbiamo fatto, per ciò che continueremo a fare.
    Hai il dovere di prenderti la vita e ritirarla in un posto sicuro, la tua conchiglia di lumaca. E non permettere a piede alcuno di schiacciarti.

  5. non mollare Zot,intuisco che è dolore profondo…un giorno questo dolore cederà il posto al triste ricordo ma ti abbondonerà e potrai uscire dalla tua corazza.
    buona fortuna,di cuore.

  6. Non chiuderti, o meglio fallo, ma invita qualcuno nella tua casa.

  7. Ti offro un’altra prospettiva: “Non stai indietreggiando, stai solo prendendo la rincorsa”.
    G.

  8. a volte è utile anche rallentare..altrimenti il tragitto sarebbe troppo scontato. l’importante è avere ancora un mondo in cui ritirarsi..con calma anche fermarsi. ti lascio un caro saluto ilaria

  9. Grazie a tutti, a chi ha compreso al volo e a chi no. Grazie per le farfalle, per i vostri punti di vista, per l’intuito, per le parole e anche per la prospettiva diversa, mi piace l’idea di andare indietro per prendere la rincorsa…

  10. Ma… io credo di aver capito di chi, di cosa parli… Ma mi chiedo, nessuna nuova, però, vero? Cioé,questo post poteva anche essere letto “profondamente nero”… e sottolineo il nero che è notoriamente il colore del… 😦
    Fammi sapere…
    Ti abbraccio!
    (Quando vuoi l’invito per andare assieme in quel posto che sai è sempre valido!)

  11. anche a me capita spesso…:(
    ma a volte le lumachine corrono…eccome corrono….!

  12. sembrerò presentuosa… ma mi pare d’aver capito. soprattutto, di conoscere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: