18 commenti

IL MOSTRO

FrankensteinLa violenza è di per sé un atto esecrabile, ma perpetrata sulle donne è ancor più indecente, immorale, una barbaria inaccettabile in una società moderna. Lo stupro è fra i reati più schifosi da sopportare e come tale andrebbe punito. Ma sono le parole di alcuni giornalisti a disgustarmi maggiormente: “Un ragazzo normale trasformato in mostro dal micidiale cocktail di sostanze stupefacenti e alcol.” – “Poi l’epilogo tragico dovuto a un mix di sostanze stupefacenti e abuso di alcol.” – “La sua buona condotta giudiziaria e il contributo dato agli inquirenti dopo il suo fermo…” – “…ha ribadito di avere agito sotto l’effetto di alcol e droga… il giovane si è detto ancora dispiaciuto per quanto accaduto e ha sottolineato di non sapersi spiegare come possa aver avuto un comportamento così violento.” – “E infine, il capo della Squadra mobile di Roma, spiega che si tratta di un lavoratore «di buonissima famiglia»”! Questi non sono ragazzi normali che si trasformano in mostri sotto l’effetto di questa o quella sostanza, sono ragazzi già mostri, con il cervello bruciato dalle pasticche, con una sensibilità pari allo zero, viziati e protetti dall’assenza delle “buonissime famiglie” che li lasciano liberi di crescere ispirandosi ai valori di Conan il barbaro! Confessare dopo un mese, quando ormai le indagini lo stavano inchiodando, non è buona condotta, è vigliaccheria! Ora lo stupratore se ne sta a casa con mamma e papà, ancora una volta coccolato per l’errore commesso, ancora una volta impunito. L’assenza dello Stato continua ciecamente ad alimentare un fastidioso sentimento comune, popolare, anzi nazional-popolare, che da anni ormai, anche io covo in disparte, quasi vergognandomi di non riuscire a trattenerlo, come un grido di dolore, un brutto campanello d’allarme: il desiderio di farsi giustizia da soli.
Annunci

18 commenti su “IL MOSTRO

  1. Condivido pienamente tutto quello che hai scritto.
    E dico anche che questo buonismo ipocrita e di facciata è solo un mezzo per rendere questa società ancora più disgustosa di quanto già non sia.

    Un saluto.

  2. condivido. mi sento profondamente umiliata da parole come quelle che ho letto, come te, sui giornali. credere che uno si traformi in mostro con la droga è scaricarsi la coscienza. io ho anche letto – non so se sia vero – che il giudice avrebbe deciso per gli arresti domiciliari perchè “il ragazzo è dispiaciuto e si è pentito”. sì, talmente tanto dispiaciuto che lo hanno dovuto stanare con le indagini, non si è costituito da solo. data l’efferatezza dello stupro, gli arresti domiciliari mi risultano inspiegabili e odiosi.

  3. Continuiamo a meravigliarci di come vanno le cose nel nostro paese… ma se il Presidente del Consiglio afferma che “ci vorrebbero tanti soldati quante belle ragazze” cosa pretendiamo da un figlio di papà viziato e drogato???
    Il baratro culturale in cui l’Italia sta affondando è senza via d’uscita. Abbiamo perso il senso della moralità, il rispetto per l’altro, il senso del vivere sociale. Ma come dice Berlusconi, siamo noi a vedere tutto negativo, siamo noi che abbiamo perso il senso dell’ironia….
    che schifo.

  4. Questo post mi ha fatto pensare a una frase di Frank Zappa, condivisibile o no, ma perfetta per questo discorso:
    “La droga non é cattiva. La droga é un composto chimico. Il problema é quando quelli che prendono droga la considerano una licenza per comportarsi come teste di cazzo.” (Frank Zappa)

  5. @ giraffamatta

    Uhm… no, non condivido. Le droghe sintetiche fanno male e ci vorrebbe più informazione e meno libero arbitrio. Sono intrugli composti da chimici improvvisati in laboratori clandestini.
    Quando metti in bocca una cosa di quelle, ti affidi alla sorte e onestamente non ci vedo nulla di divertente o coraggioso.
    Quindi non sono sono d’accordo sul ragionamento “droga buona, uomo cattivo”. Sono più per “droga cattiva, e in bocca al lupo agli assuntori!”

    Omaggi psichedelici, G.

  6. @Alessandro74
    Hai mai sentito qualcuno dire seriamente che la legge in questione andrebbe cambiata? Il problema assurdo, come tante cose, è che il Magistrato o il Gip, o chi per loro, non hanno fatto altro che applicare la legge! E’ inutile ogni volta strumentalizzare l’accaduto e attaccare questo o quel magistrato!! La classe politica, anziché approfittare per delegittimare la magistratura dovrebbe affrontare il “vero” problema, ossia il buco legislativo, e porvi rimedio, nient’altro che il loro lavoro!!!
    Un saluto a te, torna quando vuoi! 🙂

    @rubolanima
    Comprendo la tua assenza di parole!

    @mafalduzza
    Mi aspetterei una grande manifestazione di piazza da parte delle donne… Viviamo in città ma è come se fossimo in una jungla medievale!

    @giraffamatta
    @gigideluca
    Allora… Io la vedo così: in quello che dice Zappa colgo l’esasperazione e la provocazione. Nel senso che è vero che ci sono indivdui che ragionano così, anche bevendo si sentono autorizzati a fare e a dire cose…
    Ma non posso non essere d’accordo con quello che dice anche G… Quel tipo di droga (e già qui bisognerebbe aprire un dibattito su droga e droga, andando in contro a diverse scuole di pensiero) è una roulette russa, ma attenzione, questo non significa che ci si può nascondere dietro questa scusa! Chi stupra, è in grado di farlo anche da sobrio, da lucido… Chi stupra, così come chi uccide e chi in qualche modo annulla la dignità del prossimo, non è in grado di vivere in una società e deve essere allontanato senza troppi dubbi! Chi sbaglia deve pagare e seriamente! Cominciamo a pensare che chi fa male al prossimo non ha diritto di vivere insieme agli altri, buttiamo le chiavi di certe celle, assicuriamoci che certe teste di cazzo passino anni e anni in solitudine, aspettiamo che siano loro ad implorarci per avere un’altra possibilità!
    La cosa più frustrante di questo paese è che ho la sensazione che affonderà drammaticamente e non ci sarà nessuno, tranne pochi pazzi, che farà qualcosa per evitarlo. Immagino questa grande nave Italia, che affonda molto, molto lentamente, ma affonda, e la stragrande maggioranza dei cittadini passeggeri se ne sta chiusa in cabina, a guardare canale 5, tanto che altro vuoi fare!!!??

  7. Zot, a me piace tantissimo leggerti e ti leggo e cerco di commentare il meno possibile, perche’ devo in qualche modo salvaguardare la mia salute.A volte leggo dei post con delle verità cosi evidenti che sento la rabbia salire dentro e so che scriverci sopra non mi aiuta. ora scrivo però perchè lo devo fare,
    non voglio, non voglio assolutamente
    fare un commento civile ed educato.
    sono stanca di queste situazioni, di queste ingiustizie, sono stanca di questa ipocrisia, stanca di come sta andando avanti questo paese
    stanca di trovarmi continuamente davanti a muri di gomma, stanca di combattere contro i mulini a vento.
    Non sono una delle tante persone che oramai si e’ assefuatta alle notizie di questa vergognosa nostra informazione, e che ascolta la i tg e continua a mangiare. Io mi alzo ed esco dalla stanza e non riesco a rassegnarmi all’idea che tutto scorra placido come un le acque di un torbido fiume.
    La consapevolezza della mia impotenza e della vigliaccheria di un popolo indignato solo sulle pagine dei commenti dei giornali o dei blog mi rende ancora più furiosa.
    cosa posso fare? nulla devo solo aspettare che il cervello si calmi, che il cuore riprenda a battere regolarmente e fare come tutti.
    riportare quel pensiero che prima era nella fronte, al posto dove e’ stato negli ultimi anni, nella nuca.
    scusami e ciao

  8. @unacomevoi
    Grazie… 🙂
    E grazie anche per aver “rischiato la tua salute” lasciando questo commento, non c’è niente di meglio che sentirsi un po’ meno soli, non basta, però aiuta “quellicomenoi”!
    Torna presto!

  9. zot, riguardo ai commenti non mi riferivo al tuo blog o altri qui in spinder in particolare, ma soprattutto a quelli che leggo nei giornali on line la mattina, oppure ad articoli di famose penne vendute e visto che ci sono a tutti quei programmi pieni di opinionisti
    p.s.- ti ringrazio per avere pensato alla mia salute.

  10. ormai la mente umana è sempre più preoccupante;io davvero non capisco come si fa a violentare una persona o ammazzarla e al giorno d’oggi sembra una cosa normalissima…..

  11. Ciao zot
    Grazie della visita.
    A quanto è stato già detto, che io condivido, vorrei aggiungere una cosa.
    Come sempre si fanno due pesi e due misure. Quando mai abbiamo letto in un giornale che qualcuno “giustifichi” un atto criminoso con l’uso di alcool o di droghe? Se, ad esempio, qualcuno provoca un incidente stradale, il fatto che venga trovato positivo ad alcool e droghe è semmai un’aggravante, mai un’attenuante!
    Il discorso di Berlusconi poi, somiglia a quello che facevano non molti anni fa “se quella se ne stava a casa invece di andarsene in giro…” come se la colpa dell’aggressione fosse in parte anche delle “belle ragazze”!!!
    Sono veramente disgustata!
    Lilli

  12. in questa dilagante NONgiustizia le rappresaglie, il desiderio di farsi giustizia da soli diventa quasi giustificato. Gli organi competenti dovrebbero dimostrare la loro presenza e il loro reale ruolo all’interno della nostra società e non alimentare ancora di più il malcontento diffuso. Oggi ho sentito parlare la Santanchè e per la prima volta mi sono trovata daccordo con le sue parole…non tutte…ma ha ragione, c’è bisogno in questo paese della certezza della pena,non può essere così facile pulirsi la coscenza!

  13. la droga è da sempre presente e da qualche decennio si è imposta l’associazione noia_trasgessione_violenza come fosse un ideale.
    tutto questo è vergognoso se si pensa all’impunità di chi commette simili follie.

  14. è terribile anche che tu scriva che “non sono ragazzi normali” (maschi per altro andava benone)
    ma “già mostri” … da donna mi sento disarmata davanti alle parole di qualunque uomo: non avete davvero idea di quel che dite..oltre a non averne spesso di quel che fate : le donne son violentate da mostri? no! cazzo no! son violentate dal vicino di casa, dal marito, dal padre, dal fratello, dall’amico, dall’estraneo di qualunque età e nazione: le donne son violentate dagli uomini… mostro è solo un’altra parola per non capire, non vedere…non provvedere ….non assumersi responsabilità … proponi dunque l’infermità mentale? …che se son mostri non han colpa: son fatti così …. ma non son mostri …. son maschi, banalissimi e comunissimi maschi …e devo aver sparlato… che mi si indebolisce la grammatica quando vengo ancora violentata!

  15. Ti deve essere sfuggito il senso di quello che ho scritto… Non a caso c’è la foto di Frankenstein, il mostro per eccellenza, proprio per sottolineare che la stampa e i media in generale hanno bisogno di un “mostro”, ma quel mostro è un uomo! La polemica sui ragazzi non normali che sono già mostri è campata in aria! Per me, e perdonami se sono troppo sensibile, lo stupro è mostruoso, inteso come malvagio, spietato, perverso, iniquo, schifoso!! Forse si, hai straparlato, ma francamente, che tu ti sia sentita anche violentata, mi sembra eccessivo! Qui nessuno violenta nessuno, si parlava appunto di quanto ci facesse schifo tutto questo e di come la legge sia attualmente insufficiente a garantire la pena per queste merde… Merde ti piace? Va bene se dico merde? Lo posso pensare che sono delle merde? Spero proprio di si!!!

  16. ma fai quelche credi…se però ti avanza del tempo prova a valutare la possibilità che a volte tacere sia il miglior modo per darsi il tempo di capire cosa intende chi sa di cosa parla … e qui si chiude per parte mia la vicenda…salvo sottolineare come continui a straparlare di quel che non ti accadrà mai e a non vedere la violenza che è anche nelle tue parole …e per inciso non c’è una graduatoria della violenza: quella su una donna non vien ne prima nè dopo quella su un bambino, un giovane, un uomo, un vecchio, un bianco o un nero … la violenza è violenza! e mi fa un po’ schifo chi cavalca il dolore di chi la subisce per straparlare

  17. La violenza è la tua, con la quale sei entrata qui, lanciando accuse anche un po’ pesanti ma soprattutto deliranti!
    Vorrei farti notare che hai scritto che ti sei sentita violentata e che ti faccio schifo perchè cavalco il dolore… Si può essere in disaccordo ma c’è modo e modo di esprimere il proprio dissenso… Evidentemente sei una che cerca lo scontro e non l’incontro… Hai dei limiti, ma non è un mio problema, almeno fino a quando non offendi! Sei tu che evidentemente ti fai schifo, solo che ancora non l’hai capito e vai in giro a dirlo a gli altri in maniera del tutto gratuita… Fai la cortesia, dedicati alle cagate che scrivi sul tuo blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: