18 commenti

CALMA, DIGNITÀ E CLASSE

Tea timeSiamo nel parcheggio di un grande centro commerciale, uno di quelli con i percorsi obbligati con le frecce a terra da seguire. Una Mercedes nera di grossa cilindrata sta lentamente facendo manovra per parcheggiare, alla guida c’è un signore di una certa età dall’aspetto signorile e distinto. Con una manovra repentina, una Golf sorpassa maldestramente tutta la fila e dopo aver tagliato la strada alla Mercedes, si parcheggia al suo posto! Il signore di una certa età scende dalla berlina nera, si avvicina ai due ragazzi, che nel frattempo sono scesi dalla Golf, e gli fa notare che stava parcheggiando lui in quello spazio vuoto. I due giovincelli se la ridono e guardando con aria di sfida il signore replicano: “A vecchio! Il mondo è dei furbi!”. Continuando a ridacchiare i due fanno per allontanarsi. Senza scomporsi minimamente, il signore dal passo elegante risale nella sua Mercedes, mette in moto, dà un paio di sgasate da ventimila giri, poi stacca la frizione e si schianta sulla Golf. Per l’impatto, quest’ultima rimbalza diverse volte sul muro. L’auto dei due ragazzi è completamente sfasciata davanti e dietro. Il signore scende dalla Mercedes, si avvicina ai ragazzi, che non stanno più ridendo, e con il suo biglietto da visita in mano dice loro: “Il mondo è di chi c’ha i soldi!”. Un piccolo sorriso e il distinto signore sparisce verso le scale mobili, lasciando lì la sua Mercedes, la Golf distrutta e i due giovinastri ancora a bocca aperta. Che classe!
Annunci

18 commenti su “CALMA, DIGNITÀ E CLASSE

  1. inventata?
    che schifo un mondo in mano ai furbi e ai ricchi, che tristezza, che noia, che incubo
    forse è per questo che preferisco scrivere e leggere, e vivere nel mio piccolo..

  2. Pultroppo è davvero così

  3. mmmmhhh cosa è peggio …. del peggio????

  4. Non mi stanno simpatici i furbi e nemmeno quelli che hanno i SOLDI…
    Però la risposta del nonnetto con la mercedes ci stava bene…
    Insomma diciamo che due personaggi negativi messi uno di fronte all’altro si annullano a vicenda…

  5. SONO DISGUSTATO. Ma non dal fatto che possa essere una storia vera o inventata ( e conoscendo Zot sono sicuro che è una storia vera ) ,ma dal FATTO IN SE STESSO ! Anch’io sono una persona di una certa età e anch’io nella mia vita ho incontrato dei giovani “ribelli”, ma qui non è solo una storia di furbi e di ricchi. C’è soprattutto una mancanza di rispetto da parte dei ragazzi e un farsi giustizia da soli da parte del vecchio con i soldi. Hanno sbagliato entrambi E in questa grande confusione mentale stiamo costruendo il futuro della nostra Nazione. Io, lancia in resta, mi ribello !

  6. il mio nonnino mi ha raccontato una storia similissima quando ero piccolo…

  7. Beh non so, non saprei…cos’era Mercedes Classe A o E???? 🙂
    Buona giornata

  8. @princesshall
    Non è inventata, ma non è importante se sia vero e meno…
    @Chissoku
    …già!
    @bluscorpion
    Al peggio non c’è mai fine!
    @Avedon
    Diciamo che più o meno è così… Certo, se si annullassero per sempre non sarebbe male. Una vera e propria estinzione della specie!
    @colleradiletta
    No, no…molto, ma molto più grande!
    @tipota
    Voglio vederti “lancia in resta” al galoppo!
    @jamesdouglas80
    Il nonnino è persona saggia, perchè questa storiellina, vera o falsa che sia, ha una morale! Scusa la parolaccia! 🙂
    @zeulica
    Motori tedeschi ma classe tutta italiana! 😉

  9. Il nonno si è tolto uno sfizio: ha dato una lezione a due deficienti usando un metodo sbalorditivo, senza causare danni a persone ma solo a cose. Cose che evidentemente è in grado di ripagare.
    E’ un gesto estremo, ok, ma credo che abbia goduto un mondo nell’attuarlo. Pensiamo alle alternative: avrebbe dovuto chiamare un vigile per spiegare l’accaduto? avrebbe cercato di dialogare con i giovinastri, convincendoli dell’azione sbagliata? avrebbe dovuto scontrarsi fisicamente, rischiando grosso? Uhm… non suonano tutte come improbabili?
    Dai, il nonno avrà fatto due conti e si è concesso un “lusso”.
    Chi ha i soldi, se li ha guadagnati onestamente e con il duro lavoro, merita rispetto come tutti.
    Avere soldi non è una colpa, spesso è semplicemente fonte di invidia accompagnata dall’immancabile corollario di pregiudizi 🙂

    Omaggi classisti, G.

  10. Evelyn Couch/Kathy Bathes, al grido di «Towandaaaaa», faceva più o meno lo stesso in “Pomodori verdi fritti“.
    [Solitaire]

  11. Primo punto:se è vera,grande il nonnetto…Secondo punto:è anche vero che al giorno d’oggi il mondo non è più dei furbi,ma di chi ha i soldi…Punto terzp:però mi dispiace per la golf essendo una maniaca volkswagen(non per i ragazzi deficenti)

  12. il mondo è mio che son scema e squattrinata…

  13. @gigideluca
    Assolutamente d’accordo, ma sono davvero pochi quelli che hanno tanti soldi e li hanno guadagnati tutti onestamente… Ma ci sono sicuramente! Che argomento volgare per un conte come me! 😉
    @solitaire
    Confesso che ho perso questo film… devo rimediare subito…Towandaaaaaa!!!
    @marinalennon
    Ma sei proprio un’italiana media!!! ;D
    @MimiLaRouge
    E non te lo toglie nessuno!!

  14. Mannaggia mannaggia… Che tristezza gli uni, l’altro… ma sì… bella soddisfazione alla fine! :DDD

  15. non solo sono furbi, non solo sono ricchi…ma hanno pure la patente!!

  16. Towandaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: