10 commenti

UN MONDO MIGLIORE

Un mondo miglioreAnno 2113, pianeta Terra. Sono a bordo di un veicolo terrestre a quattro ruote e procedo in direzione del mare. La strada è libera. Improvvisamente, un curioso modello di station wagon parcheggiato con due ruote sui resti di un antico marciapiede, parte con uno scoppio marmittesco, tagliandomi la strada. Il residuato si piazza davanti avanzando molto lentamente. È impossibile superare, la strada non lo permette. Trentacinque chilometri orari. Decelera ulteriormente. Venti chilometri. A duecento metri c’è il semaforo. È verde, ma il tipo procede lentamente. Cento metri al semaforo, ancora verde. Dietro di me un coda lunghissima. Mancano cinquanta metri al semaforo, da dietro si odono i primi colpi di clacson, ma il tipo alla guida rallenta ancora. L’incrocio è ormai raggiunto, il semaforo è ancora verde, ma lui si ferma. I clacson si fanno insistenti. Giallo, poi rosso. Dopo tre minuti, luce verde. Passano i secondi e la station wagon non parte. Qualcuno comincia a perdere la pazienza. Si sente gridare. Finalmente il veicolo riparte. La velocità è leggermente aumentata, quaranta chilometri all’ora, ma solo perché la strada è in discesa. Altro semaforo, rosso. Mi affianco e alla guida vedo un uomo alto all’incirca un metro e quaranta, tutto pancia e barba bianca che guarda fisso davanti a sé con la stessa espressione con cui guarderebbe un thriller nei momenti di massima suspance. Creare traffico è un reato gravissimo e il comportamento del vecchio non è sfuggito agli occhi elettronici che sorvegliano il territorio. Una rapida scansione del viso allerta immediatamente la centrale operativa. In meno di tre secondi arriva una moto volante dell’A.S.P.S. (Agenzia Speciale Pulizia Strade), un nucleo di agenti speciali creato appositamente per rimuovere dalle strade tutto ciò che intralcia la libera circolazione. Alla vista degli agenti l’espressione del vecchio non cambia. Mentre una voce elettronica legge rapidamente tutti gli articoli del codice civile che sono stati violati, gli agenti fanno scendere il vecchio dalla macchina e raccolgono tutte le sue cianfrusaglie. La patente e il libretto di circolazione vengono trasformati in coriandoli buoni per il prossimo carnevale, la voce artificiale sentenzia la condanna: SOGGETTO NON IDONEO ALLA CIRCOLAZIONE STRADALE. Il veicolo viene disintegrato sul posto. Le ceneri rimaste vengono depositate in uno speciale apparecchio che in pochi secondi restituisce un ciondolo come souvenir. Se il nonno di Heidi verrà trovato nuovamente alla guida di un qualsiasi mezzo sarà arrestato e rinchiuso in un carcere di massima sicurezza per dieci anni. Il semaforo diventa verde, si riparte, finalmente il mare.

Annunci

10 commenti su “UN MONDO MIGLIORE

  1. Bellissima immagine di una realtà fantascientifica. Se mai, nel futuro,dovessi diventare Presidente del Consiglio TU sarai il mio Ministro dei Trasporti.

  2. Simpatica ironia di una giornata di traffico…meno male che alla fine c’era il mare^_^
    Dolce sera

  3. Capita propio in quei momenti, dove i secondi sembrano ore…..meno male che non aveva anche il classico cappello tirolese

  4. ..Finalmente al mare, ma non rilassiamoci troppo, hanno avvistato un nonno che sfreccia in sella a una moto d’acqua Kawasaki. Segni particolari: porta uno strano ciondolo al collo!!!

  5. @tipota
    Presidente! Ai suoi ordini!
    @Erika2
    Si.. peccato che oltre al mare c’era anche la pioggia!!
    @carloesse75
    Secondo me l’aveva poggiato momentaneamente sul sedile!
    @krisalide2008
    E’ lui!!! Speriamo in uno squalo!

  6. La prima parte del racconto è riscontrabile ogni giorno nell’anno del signore 2009.
    Però, per vedere realizzata la seconda parte della storia, dobbiamo davvero aspettare il 2113? Un piccolo anticipo non si può avere, eh? 🙂

    Omaggi semaforici, G.

  7. Infatti secondo me nel futuro ci saranno gli stessi problemi.. ma soluzioni diverse!
    Mi sa che ci tocca aspettà G.. A meno che non vogliamo essere i padri fondatori dell’ASPS!!

  8. Voglio essere un membro onorario dell’ASPS… ^_^

  9. nella prima parte mi è montato il nervoso, mi piace la musica e avrei suonato il clacson…
    per la seconda geniale peccato è futurista

  10. Svanito il sogno di diventare Presedente del Consiglio, mi propongo come ” CORIANDOLARO ” della futura ASPS cosi al prossimo carnevale sarà una grande FESTA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: