9 commenti

PICCOLI PASSI

ScarpeStavo caricando delle buste piene di vestiti usati in uno di quei cassonetti gialli dedicati alla raccolta di abiti, quando si avvicina un signore minuto, dall’aspetto trasandato ma dignitoso, che in un italiano quasi perfetto mi chiede se ho delle scarpe per lui. Avrei voluto regalargli delle scarpe nuove ma eravamo in una via secondaria dove non c’è neanche un negozio o una bancarella. Cerco nel portabagagli della mia macchina e tra la ruota di scorta e il cric saltano fuori un paio di superga gialle ancora in buono stato. Mentre mi chiede che numero sono, se le prova. La sua bocca si piega in una smorfia all’ingiù, come a meravigliarsi nel trovarle comode, poi quelle stesse labbra spiccano all’insù disegnando un grande sorriso di gioia che esplode in un grazie! Mi chiede se ho anche dei pantaloni, ma gli unici che avevo li indossavo e non mi sembrava il caso di rimanere in mutande. Istintivamente, per cercare di rimediare, dico che ho un giubbotto nuovo mai usato. Quando mi dice che fa troppo caldo per indossare un giubbotto la mia faccia assume i connotati del perfetto idiota. Il tipo mi sorride nuovamente, mi ringrazia e mi chiede scusa per il disturbo, nei suoi occhi leggo una felicità essenziale, quasi sconosciuta! Un briciolo di questa gioia me la sono riportata a casa, e ripensavo a quella volta in cui stavo andando in palestra in moto e mi si aprì lo zaino che avevo sulle spalle senza che me ne accorgessi, perdendo un paio di scarpe nuove, appena comprate. Sicuramente ne avrà beneficiato qualcuno, pensai, ma un conto è immaginare e un conto è vedere un sorriso e due piedi felici che si allontanano soddisfatti!

Annunci

9 commenti su “PICCOLI PASSI

  1. Dovrebbe essere la normalità quotidiama, ma quel tizio avrà sicuramente pensato : “Oggi ho incontrato un Angelo ” e ,vista l’indifferenza che siamo abituati a vivere, devo dargli ragione.

  2. Ora che il posto delle scarpe gialle è vuoto..tra la ruota di scorta e il cric mettici una pantalone..e un giorno tornerà quel briciolo di gioia!

  3. Forse allora lo stupido vezzo di seguire la moda e “buttare” un pò di cose che non indossiamo più….può servire a qualcosa???

  4. Questa gioia è contagiosa, fa bene anche a me, sono quei gesti, atti d’amore, che restano indelebili…
    c’è più gioia nel dare che nel ricevere,
    la tua è impagabile!
    Grazie, bisogna riempire la giornata di questi piccoli passi,
    comincio subito! Mi incammino con te.

  5. Ipotizzo il finale cinico, quello che non ti aspetti 🙂

    Il signore minuto, con lo sguardo felice, va via con le scarpe nuove ai piedi. Svolta l’angolo e mette a segno un altro scippo ai danni di una povera vecchietta: “Ci volevano proprio queste scarpe, così corro comodo e veloce!”.

    L’indomani il giornalino di quartiere titola: “Colpisce ancora lo scippatore dal volto tenero. Una sola testimonianza raccolta: indossava un paio di scarpe gialle”

    😀

    Omaggi impossibili, G.

  6. l’ho sempre sostenuto che dà più gioia dare che ricevere. bravo!

  7. A volte non c’è bisogno di dare materialmente qualche cosa….basta un sorriso o un abbraccio .
    Spesso ci dimentichiamo che abbiamo bisogno anche di semplici manifestazioni ,ma che ci fanno sentire meno soli.
    Penso agli anziani.

  8. Cerco nel portabagagli della mia macchina e tra la ruota di scorta e il cric saltano fuori un paio di superga gialle ancora in buono stato. Mentre … gialle.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: