8 commenti

PAUSA PRANZO

Pausa pranzoUn’estate come tante, calda e piena di assenze, tempi morti, sottrazioni inspiegabili. Solo poche funzioni vitali rimangono attive, per evitare la totale implosione del sistema, il resto è abbandono, disservizio, parassitismo. Una pausa pranzo lunga un mese, durante il quale tutto rimane sospeso nel tempo e nel vuoto. È il potere dello Sportello Unico, nel senso che c’è solo quello! In base all’equazione più turisti meno servizi, anche i treni diminuiscono la loro frequenza. Una soluzione sorprendente frutto di strategie manageriali che in Giappone stanno ancora tentando di capire… Sono ostinati! Anche la televisione subisce lo stesso destino, vanno in onda le repliche delle repliche delle repliche e il povero pensionato è costretto a vedere Alberto Sordi insieme a Mina per la centottantaquattromillesima volta, con l’aggravante del folle montaggio che impone subito dopo Panariello e Anna Tatangelo! Non sarebbe meglio che questo vuoto di palinsesto venisse sfruttato per sperimentare nuovi programmi e soprattutto nuove facce? E i giornali? La stampa riempie i vuoti estivi con il gossip Clooney-Canalis, con la benzina che sale e che scende, sai che novità, poi ci si inventa il caso Guzzanti, un porco che dà del porco a un altro porco, un po’ di spazio alle pippe mentali della Lega e il grande colpo di scena, lo scandalo degli scandali, in Italia ci sono troppe auto blu, addirittura più che in America! Penso già alla soluzione, invidiata dagli amici giapponesi, basterà semplicemente cambiare colore alle auto! Il caldo si sopporta ma il vuoto…
Annunci

8 commenti su “PAUSA PRANZO

  1. Quanto hai ragione!!!
    Concordo in pieno con tutto quello che hai scritto.
    Grazie del commento lasciato nel mio spazio…
    buona giornata..demetra

  2. Descrizione calzante del vuoto culturale e civile che ci circonda…
    purtroppo invece le città non si svuotano più come una volta nel mese di agosto!
    E allora eccoci tutti qua, uno attaccato all’altro, nel traffico,nell’autobus, nel treno, in ufficio…a condividere sudore e nostalgia di vacanze!

  3. “Meno”pausa pranzo..il solito polpettone!

  4. Eh si’ colmare il vuoto…un’impresa difficile ma non impossibile.. basta colmare…esistono varie tecniche una di queste è dare sfogo alla propria creativita’..per quanto riguarda invece il vuoto interiore e la sfiducia l’impresa è un po’ piu’ difficile ma non impossibile….basta credere…

  5. Il vuoto è simbolo di regresso, di annullamento della personalità . Il niente non induce a pensare, la mente sonnecchia e la noia ci assopisce. La cultura risveglia gli animi, li culla li stimola, ma non è questo che si vuole d’estate. Meglio non essere stimolati troppo, due salti al mare e poi la sera ” Don Camillo “. A mezzanotte tutti a letto. Presto sarà autunno e allora ci accorgeremo che siamo un’altra volta nell’inferno della disoccupazione e della crisi. Ennesima replica. Ma a quel punto ci penseranno il calcio e la ripresa del Grande Fratello a rimettere le cose a posto. Non vedo più l’orizzonte !

  6. del tipo… ricordiamoci che dobbiamo morire….confortante….Zot goditi l’estate… l’autunno ha da veni’….per ora ce sta lu sole….per la noia hai tutto il tempo…

  7. Quando io lo dico che ODIO AGOSTO!…

  8. Il vuoto…inizia a essere meglio dello snervante pieno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: