14 commenti

IL DOTTOR STRANAMORE – OVVERO COME IMPARAI A NON PREOCCUPARMI E AD AMARE LA DISCOTECA

Tony ManeroLa missione era impossibile, lo scenario assolutamente micidiale: sabato sera, testaccio, discoteca. Ero stato invitato ad una festa di compleanno alla quale non potevo mancare, ma le coordinate spazio temporali suscitavano in me terrificanti visioni lisergiche. Mi vedevo al volante, intrappolato nel traffico notturno, alla continua ricerca di un improbabile parcheggio, ma pronto ad usare l’ordigno finedimondo, se non ne avessi trovato uno. Avevo l’umore di un condannato e mi sentivo ormai rassegnato al supplizio, quando il buffo e generoso destino, mi ha regalato una cena proprio dalle parti della discoteca. Una cena imprevista e imprevedibile, una piacevole sorpresa che ha soddisfatto sia la mente che il palato. Sono arrivato in discoteca a piedi e in perfetto orario, davanti all’ingresso c’era un muro insuperabile di persone, ma ero carico di una misteriosa euforia e mi sono gettato tra la folla. Sono rimasto intrappolato, ma vivo! Dopo un paio di telefonate e una dura trattativa, la festeggiata è riuscita a trovare un compromesso con il polifemo della security. Una volta pagato il riscatto, sono riuscito a svicolare passando sotto la corda, rotolandomi sul pavimento e realizzando un acrobatico ingresso accolto da applausi circensi. Un paio di bicchieri, qualche chiacchiera e molto movimento. Il tempo di ambientarmi e poi, complice la musica anni settanta, è cominciata la mia lenta e inesorabile trasformazione in Tony Manero.
Annunci

14 commenti su “IL DOTTOR STRANAMORE – OVVERO COME IMPARAI A NON PREOCCUPARMI E AD AMARE LA DISCOTECA

  1. ti son spuntate anche le zampe da elefante e il collettone della camicia a punta di lancia di watusso?

  2. questo post avrebbe meritato un video della metamorfosi! davvero impavido

  3. Io credo che sia meraviglioso, trasformarsi in Tony ed in quel frangente, in preda ad un potere mistico,  avere il tempo per inamidarsi il colletto della camicia. Meraviglioso.

  4. Capperi! Come cambia la vita!

  5. In discoteca c’è musica anni ’70! Maddai! e io che pensavo di ballare fuori tempo!!!

  6. Avrei voluto vederti in versione tony manero…Spero solo nei modi e non nel vestire..eheheheh

  7. Ieri sera al David Letterman Show intervistavano John Travolta, così ho pensato alla tua versione di Tony Manero.
    Certo, oggi John è più grassoccio dei tempi d’oro e più farneticante grazie a Scientology. Però se continui a usare il Cubo e non ti fai infinocchiare da qualche setta, dovresti conservarti meglio di lui… e pazienza se non guidi il tuo Jet privato! In fondo, a ballare, ci puoi anche andare a piedi, no? 🙂
    Fever night, fever night.
    G.

  8. che discoteca era??? io voglio ballare gli abba e beegees! diamine! so tutte le coreografie.. ma sono circondata di infervorati lanciati nel tango e ballare la saturday night fever non mi farebbe mica male ogni tanto..s
    senti, ma eri pure vestito da Tony Manero? Col completo bianco??

  9. Trasformazione completa di abiti, trucco e parrucco! Meglio di Wonder Woman!!
    La schiena sta bene.. mai stata meglio! (le ultime parole famose…)
    Menomale che non c’è il video.. 
    Non è stato facile inamidare il colletto, ma hai ragione, è stato meraviglioso!
    La vita cambia, ci cambia…
    La musica è stata una scelta a priori… Proprio per convincere i più restii come me!
    Problemi con la moda anni ’70?!
    Il cubo procede e forse tra un po’ riprendo anche prepugilistica… L’unica setta che frequento è fatta di pochi amici… Facciamo così, per il jet privato.. useremo il tuo!  
    La discoteca non te la consiglio.. meriterebbe un post tutto suo! Completo bianco e camicia nera.. almeno così mi vedevo io!

  10. Wow che tempi….acciderbolibolina un Tony Manero e’ nascosto in te e ce lo nascondevi…aspettiamo le foto acrobatiche…Here I am
    Prayin’ for this moment to last
    Livin’ on the music so fine
    Borne on the wind
    Makin’ it mine

    Night fever, night fever
    We know how to do it
    Gimme that night fever, night fever
    We know how to show it

  11. Wow, un commento cantato!

  12. "… ma le coordinate spazio temporali suscitavano in me terrificanti visioni lisergiche."

    Le coordinate spazio temporali, eh?!

  13. Si, mi riferivo al luogo e all’orario… Ehm… No, eh?!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: