12 commenti

ASSO DI CUORI

Il mio asso di cuoriUna carta coperta
da scoprire con calma
Uno scherzo del caso
L’ironia della sorte
Sei la gioia improvvisa
di un’emozione nascosta
La scintilla del fuoco
Una bella risata
L’esclamativo di un punto
La fine del pianto
Sei un bacio non dato
Il pensiero che nasce
L’attesa che cresce
Ti penso ogni giorno Asso di cuori
da quando una sera qualcosa è cambiato!
Annunci

12 commenti su “ASSO DI CUORI

  1. Bello…hai un asso nella manica…sono contenta per te Zot…abbine cura 🙂

  2. *sospiro*

    Duedipicche.
    Ché l’invidia per tutte quelle robe – in sospeso – è una brutta bestia.

    M., novella giocatrice d’azzardo.

  3. L'asso di cuori…. che bello

  4. un mese senza post…allora sei davvero felice!!!WOW!!!

  5. Incredibile! Ho aggiornato il mio blog prima di te! :)E hai ragione: l'uso di Splinder è peggiorato… mi sa che presto WordPress avrà qualche iscritto in più ;)Buon riposo dalla scrittura, G.

  6. la vita è un mazzo di carte che si mescolano di continuo…

  7. E i jolly sembrano essere finiti…

  8. …Asso di cuori…Che bello…

  9. Molto bella questa poesia!
    Una situazione particolare…
    Le carte per giocare, le carte per divinare, le carte come metafore…
    Tra la Dea della Fortuna o Dea Bendata e l'Amore c'è poca differenza.
    Entrambi ti scelgono senza una ragione.
    La Dea porta fortuna non a chi se lo merita, ma a chi capita, gira la sua ruota e dove si ferma è il caso a deciderlo, cosi' anche nell'Amore:
    ti innamori senza un motivo, ti innamori non di chi hai scelto ma di chi ti colpisce, quando ami non ci sono motivi per amare se non che l'amore è fine a stesso -l'amore vuole altro amore-

    Un volto misterioso, oscuro, imprevedibile…
    Carta da scoprire perchè coperta…
    Emozione nascosta, attesa che cresce…
    L'amore ancora non ha raggiunto se stesso.. Si sta cercando…

    Deve ancora trovare la luce, il bacio arrivera' perchè è ancora "non dato",
    il fuoco deve continuare ancora ad ardere prima di spegnersi…

    Come se l'Amore fosse quell'attimo silenzioso e apparentemente vuoto, ma carico di energia, tra il lampo e il tuono… Quell'attesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: