10 commenti

PARTENZE INTELLIGENTI

Scale e nuvoleL'aeroporto ormai è diventato un luogo a metà tra un enorme centro commerciale e un carcere di massima sicurezza. Complice la barba, che mi dona quel certo non so che di arabo, a Roma mi hanno chiesto i documenti appena ho messo piede dentro l'aeroporto, a Londra sono stato selezionato per un bel Body Scanner e a Miami ho avuto l'impressione di vivere le antiche atmosfere di Ellis Island. A parte queste scocciature, comprensibili visti i tempi che corrono, ce ne sono state altre che sono risultate decisamente più antipatiche. Una volta varcati i confini di sicurezza, si è liberi soltanto di spendere i soldi nei vari bar, ristoranti e negozi, disposti lungo il percorso che si è obbligati a fare per raggiungere i cancelli d'imbarco. Se disgraziatamente avete il brutto vizio del fumo, dimenticatevi la sigaretta. A Londra e a Miami non esiste alcuna saletta dedicata ai viziosi del tabacco, non è un caso, infatti, se molti viaggiatori fanno scalo a Heatrow proprio per tentare di smettere di fumare. Soltanto a Roma c'è una saletta per fumatori che definirei all'avanguardia. Si tratta di un ambiente concepito in maniera geniale, dove non è necessario neanche accenderla la sigaretta, basta entrare e respirare per cinque secondi; la quantità di nicotina aspirata sarà sufficiente per le successive ventiquattro ore! Dopo aver ingannato il tempo comprando cose inutili a prezzi esorbitanti, finalmente sono salito a bordo dell'aereo e mi sono accomodato sulla mia poltroncina. Nulla da segnalare durante il volo, se non la presenza di sei paia di ginocchiette conficcate nella schiena. Si è subito imposta una soluzione drastica, per mettere fine alla scomposta e fastidiosa presenza di piccoli nanerottoli inglesi seduti alle mie spalle. Mi sono voltato senza farmi vedere e sfruttando la fessura che rimane tra una poltrona e l'altra ho sibilato diverse volte un agghiacciante “I hate you”. Poco dopo mi sono improvvisamente mostrato sfoggiando la mia espressione alla Hannibal Lecter, senza proferire alcuna parola. Il risultato è stato straordinario, le gambettine sono tornate al posto giusto e il terrore dipinto sul volto dei mocciosetti si è trasformato in un piacevole silenzio che è durato per tutto il viaggio.

Annunci

10 commenti su “PARTENZE INTELLIGENTI

  1. Succede anche alla mia dolce metà…è la barba e forse lo sguardo da "rido ma non rido" che vi fa vincere sempre attenzioni particolari da zelanti addetti alla sicurezza! ;))

  2. Tagliarla la barba, proprio no. 😉

  3. Riguardo il fumo…
    in un mondo dove mangiamo mozzarelle blu, bresaole di zebú… e mille altre veritá… all'areoporto di Vienna hanno messo delle camere a gas di vetro, come dei piccoli autobus, trasparenti, nel mezzo delle sale d'aspetto, ma prima dei dutyfree, business is business, dove fumi sotto lo sguardo degli amanti delle cose originali, fatte come una volta.
    Vorrei sapere che visioni hanno queste persone dell`"una volta"…
    Ho la barba anch'io… ci sono cose piú importanti che tagliarla.
    Un saluto  

  4. Anni di esperienza coi mocciosi e non mi serve neanche più parlare.
    Basta lo sguardo.

  5. A Mosca e San Pietroburgo ci sono cabine più all'avanguardia di Roma, fortunatamente. La maggior parte dei miei viaggi la faccio li, ma devo procurarmi una mappa di tutti gli aeroporti del mondo in cui non si può fumare (a Praga si, nell'unico caffè dell'aeroporto, per la modica cifra di 5 euro, con un espresso da 120 ml). In quanto alla barba…io fossi uomo la terrei anche a costo di passare sotto ai raggi X tutti i giorni. E' decisamente l'accessorio più sexy che potete indossare!

  6. Talvolta non ci sono mezze misure.

  7. Dovrei imparare a sfruttare anch'io il potere degli sguardi sui ragazzini. Pfffff.

  8. @migola
    ..e sarà la barba…ma che barba!! 😉
    @serrenett
    Non ci penso proprio!
    @kurtz09
    C'era una volta..una barba in fumo!
    @xanthippe
    ..e sono soddisfazioni!
    @sognandola42
    Dici, eh? Speriamo non diventi fuorilegge..mi aspetto di tutto!
    @oldf
    Solo grandi fregature!
    @mezzatazza
    Thanks!
    @Guugol
    Vedrai..è un potere stupendo, quasi un'arte! 😀

  9. Ahhh, Hannibal ha sempre il suo fascino horror ineguagliabile. Ma per il prossimo, volo se fossi in te, proporrei ad eventuali passeggeri maleducati un soave sguardo alla Jigsaw (più comunemente chiamato Saw), fammi sapere. 😀

    😛

    G.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: