Lascia un commento

OGNI UOVO SOGNA DI VOLARE

lancio-di-uovaPerché devo vedere la foto di un piede umano marcescente sul pacchetto di sigarette? Che senso ha? È un avvertimento sulle possibili conseguenze del fumo? Bene, allora, per coerenza, sulle etichette destinate agli alcolici, dovrebbero mettere, come minimo, il primo piano di un fegato spappolato dalla cirrosi epatica. Sai che piacere andare al supermercato. Ci ritroveremo davanti allo scaffale della birra con la stessa faccia di chi è costretto ad assistere a uno svisceramento durante un’autopsia. Sempre per coerenza, anche le automobili, dovrebbero essere avvolte da una stampa digitale raffigurante una bella faccia appena fracassata in un incidente. Immaginate i ragazzi che hanno appena preso la patente e vorrebbero andare in giro a rimorchiare. – Vuoi un passaggio? Con quella faccia? No, grazie! – Finirebbero tutti col prendere i mezzi pubblici, ma anche su quelli, dovrebbe esserci un avvertimento sugli effetti collaterali: una gigantografia dei coglioni di chi aspetta un autobus a Roma. Oltre ad essere coerenti bisognerebbe anche stare al passo con i tempi. Ad esempio, prendiamo tutti questi ragazzi che si lanciano nel vuoto e volano a 180 km/h sfiorando pericolosamente le pareti di una montagna. Non ce la vogliamo mettere una foto anche su queste tute alari? Magari qualcosa di meno splatter, ma comunque efficace: la foto di una frittata con sopra scritto “Ogni uovo sogna di volare”. In quanti si lancerebbero ancora? E su quanti altri prodotti, dovrebbero mettere questo genere di avvertimento? Anche la televisione dovrebbe essere venduta con mille avvertimenti salvavita, e comunque, prima dell’inizio di un programma di Barbara D’Urso, dovrebbe essere obbligatorio trasmettere un documentario sulla lobotomizzazione di massa. In chiesa, il giorno del matrimonio, prima del fatidico sì, non dovrebbero essere mostrate le foto delle possibili conseguenze di un matrimonio senza amore? Anche in questo caso non sarebbero belle immagini da vedere. Per non parlare delle cabine elettorali, dove non sono affissi dei cartelli che avvertono sul possibile senso di nausea che si prova appena si entra e non ci sono foto che rappresentano la merda in tutte le sue forme. Devo andare avanti con gli esempi fino ad arrivare alle foto di pollici gonfi e tumefatti, per la vendita di martelli dal ferramenta, o è chiaro che questa storia delle fotografie sui pacchetti di sigarette è una grandissima stronzata?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: