mostri

OSTACOLI

Tre gradi a destra, signora con carrello per la spesa in uscita dal portone. Andatura lenta, incerta e oscillante. Sei gradi a sinistra, signore con cappotto colorato, fermo, immobile, sta ascoltando le diverse suonerie del suo telefono con la stessa attenzione di chi cerca di captare segnali alieni dallo spazio. Tra una mazurca e una […]

GIOVANI MARMOTTE

Basta mettere in vendita un oggetto di uso comune a un prezzo stracciato, pubblicando un annuncio con il proprio numero di telefono, per avere la conferma che ci sono molte persone sole al mondo, alcune disturbate, altre annoiate, che amano perdere tempo e forse amano anche farlo perdere al prossimo. Quando si tratta di vecchi […]

LA SCIMMIA CHE ARRIVA DAL MARE

Vedere un gruppo di cittadini italiani, tentare di fare irruzione nel palazzo dove lo Stato “ospita” gli immigrati clandestini, al grido di “Scimmie, vi bruciamo vivi!”, armati di spranghe, coltelli e bastoni, ma evidentemente sprovvisti di cervello, è l’ennesimo segnale che questo Paese sta inesorabilmente affondando, proprio come affondano quei barconi che solcano il Mediterraneo, […]

(S)TALKER

Detesto le chiacchiere inutili, sono più imbarazzanti di un temuto ma auspicabile silenzio. Chissà perché le persone dicono qualunque cosa pur di non dire niente e guardano sempre gli altri, pur di non guardarsi dentro. Ho visto e ascoltato un uomo parlare per quasi tre ore solo di sé stesso, senza che mai, in un […]

DIGITO ERGO SUM

Un tempo le persone andavano al bar per fare due chiacchiere, commentare la notizia del giorno e discutere gli ultimi acquisti delle squadre di calcio. La gente si incontrava, parlava, si guardava negli occhi, partecipava, condivideva veramente. Si sentiva volare qualche parolaccia, poi un bicchiere di vino, due risate sul nuovo look del collega e […]

FUNERALI SÌ, FUNERALI NO, FUNERALI FORSE. FUNERALI A METÀ.

Priebke è stato arrestato, processato, giudicato e condannato. Lo abbiamo lasciato vivere in un quartiere di Roma e nonostante gli arresti domiciliari a cui era sottoposto, gli abbiamo permesso di uscire di casa per andare in farmacia, ma soprattutto per andare a messa (!). Non ho il ricordo di preti che si sono rifiutati di […]

SABATO ARAMAICO

Ogni sabato mattina un uomo si alza per andare al supermercato, sapendo che dovrà correre più veloce del carrello leopardato. I carrelli leopardati sono spinti da donne che prima di uscire di casa hanno fuso due pensieri davanti al guardaroba: “Me metto la prima cosa che trovo” e “Se capita vado pure a letto col primo […]