Archivio tag | follia

OGNI UOVO SOGNA DI VOLARE

Perché devo vedere la foto di un piede umano marcescente sul pacchetto di sigarette? Che senso ha? È un avvertimento sulle possibili conseguenze del fumo? Bene, allora, per coerenza, sulle etichette destinate agli alcolici, dovrebbero mettere, come minimo, il primo piano di un fegato spappolato dalla cirrosi epatica. Sai che piacere andare al supermercato. Ci […]

OSTACOLI

Tre gradi a destra, signora con carrello per la spesa in uscita dal portone. Andatura lenta, incerta e oscillante. Sei gradi a sinistra, signore con cappotto colorato, fermo, immobile, sta ascoltando le diverse suonerie del suo telefono con la stessa attenzione di chi cerca di captare segnali alieni dallo spazio. Tra una mazurca e una […]

GUARDIA, GUARDIA SCELTA, MARESCIALLO E BRIGADIERE

Forse è stato superato un limite, un punto di non ritorno, riguardo alla diffusa dipendenza da smartphone, l’unico vero e proprio dispositivo di distrazione di massa. Ogni giorno parlo con persone che non mi guardano e guardo persone che parlano da sole. Vedo gente al volante sempre distratta dal telefono. Autisti di mezzi pubblici che […]

ARIDATECE LO SCOPINO!

C’era una volta il signor scopino. C’era una volta, appunto, ora non c’è più. Oggi al suo posto c’è una signora che, tutte le mattine, prima di sedersi sui gradini della chiesa per chiedere l’elemosina, spazza una buona porzione di marciapiede, proprio come se fosse una qualsiasi negoziante che giustamente cerca di mantenere pulito e […]

CON LA CINTA, NO?!

Se c’è una cosa che m’accide è l’indifferenza, diceva con mal celata sofferenza il mitico Angelo Infanti alias Manuel Fantoni, in una memorabile scena di “Borotalco”, film cult degli anni ’80 che ha segnato intere generazioni. Se oggi c’è una cosa che mi uccide, dico io con la sua stessa enfasi, è l’ipocrisia. Riesco a […]

NOSTRA SIGNORA DELLE PULIZIE

Quando eravamo giovani le pulizie di casa praticamente non ci riguardavano, al massimo si affrontavano superficialmente quando era veramente necessario e in genere sotto la pressione di una minaccia che ci costringeva a trovare soluzioni talmente rapide e creative da rasentare l’illusionismo. Forse eravamo abili nel rendere apparentemente ordinata una stanza dove sembrava essere esplosa una […]

IMPARERAI A CONOSCERMI

Ero sul marciapiede accanto alla mia moto, stavo aspettando una persona, quando a un certo punto, un tizio, che si trovava abbastanza distante da me, mentre stava chiudendo il suo scooter mi ha guardato e con voce alta e piglio sicuro mi ha detto – Anche tu vai su all’ufficio X? – Per quanto suonasse come […]